Passaggio di testimone in casa Bazzara dopo CoffeExperts

CoffeExperts, l’ultima apprezzata fatica editoriale di casa Bazzara, segna anche un importante passaggio virtuale di testimone.

Le fortunate pubblicazioni sul mondo del caffè dei fratelli Bazzara – che hanno fatto il giro del mondo tradotte in più lingue e più volte ristampate – fino allo scorso anno erano sempre state firmate dai fratelli Franco e Mauro, figli del fondatore dell’azienda, Dionisio Bazzara. Stavolta, a curare l’ultimo libro sono subentrati invece i fratelli Andrea e Marco, rispettivamente Sales manager e Quality manager aziendali, ovvero la terza generazione di Bazzara che lavora nella storica torrefazione triestina a gestione familiare. A commentare il loro lavoro – accolto con favore da molti esponenti di spicco del mondo del caffè – sono ora proprio i “predecessori”, ai quali abbiamo chiesto che cosa ne pensano.

“Il libro – dice Franco Bazzara, presidente della Bazzara Espressocontiene testimonianze rilevanti che arrivano dai settori più disparati della filiera: dal Paese produttore più importante per i caffè lavati, la Colombia; da chi ogni giorno forma i baristi; dal progettista di torrefazioni; dal Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali; da chi diffonde il saper fare italiano attraverso le macchine per il caffè, da chi lo contiene creando le tazzine. Ritengo sia stato fatto un ottimo affresco. In ben 700 pagine in italiano e inglese, per rendere accessibile il volume, come i quattro precedenti, ai lettori in decine di Paesi al mondo, ci sono rappresentati da chi coltiva con la propria fatica il nostro piacere alle fiere mondiali più importanti nel settore”.

“Le fotografie e grafiche di grande impatto – incalza Mauro Bazzara, CEO dell’azienda – sono il frutto di mesi e mesi di ricerche e paziente lavoro di cucitura da parte di Andrea e Marco. Niente è stato lasciato al caso, chi apprezza i dettagli se ne sarà accorto. L’obiettivo finale è sempre lo stesso, quello che da tre generazioni come Bazzara promuoviamo: creare una rete di professionisti che arricchiscono le proprie competenze e fanno crescere l’intero settore attraverso lo scambio. La conoscenza nel mondo del caffè è fondamentale, la passione da sola non basta. Occorre aggiornarsi, confrontarsi, innovarsi. A volte una sola informazione chiave può costituire un punto di svolta, un aiuto per ricominciare dal presupposto giusto, un salto di qualità. Il libro – ricco di suggerimenti, nozioni, esperienze – vuole essere anche questo: un’occasione di miglioramento”.

“Uno dei meriti di Andrea e Marco è di essere riusciti a valorizzare l’importante patrimonio rappresentato dal know how di grandi personaggi – continua Franco Bazzara – riuniti assieme nei biennali percorsi del Trieste Coffee Experts, il nostro evento triestino, e raccolti in questo libro a ricordare la ‘forza del caffè’, un’energia unica, in grado di regalarci ogni giorno e in ogni dove emozioni crescenti, piacere e appagamento come pochi altri prodotti della natura sono in grado di fare. Divorando le pagine si percepisce passione ma anche una visione consapevole sul futuro del caffè, conoscenza spesso unita a genio italico, coraggio di innovare sempre e un messaggio importante per i giovani, ovvero che il caffè può aiutarli a realizzarsi. Forse mai negli ultimi decenni come in questo difficile momento c’è stato così bisogno di concretezza, la stessa presente nei testi di decine e decine di grandi narratori che appartengono a questo pianeta unico e affascinante, il pianeta caffè”.

“Noi Bazzara – aggiunge Mauro – siamo ‘prigionieri privilegiati’ del caffè, ne scriviamo, lo spieghiamo nell’Academy, lo produciamo, ne divulghiamo la potenza espressiva in molti modi. Uno degli aspetti più stimolanti e arricchenti del nostro lavoro passa per l’amicizia – consolidata in anni di passione condivisa per il mondo del caffè di qualità – con grandi personaggi che il tutto mondo ci invidia. E penso alla lucida ‘pazzia’ di Enrico Maltoni che è andato a scovare in ogni dove ‘la grande bellezza’ rappresentata da moke, macinini, antiche macchine da caffè, ora sublimata nel Mumac Museo fortemente voluto dalla Cimbali, una ‘Galleria degli Uffizi’ in chiave caffeicola. Così come a Luigi Morello, Luigi e Carlo Odello, Maurizio Giuli, Carlo Barbi, Gianfranco Carubelli, Sergio Barbarisi, solo per citarne alcuni che con i loro scritti confermano che il viaggio non è affatto giunto al capolinea ma anzi sarà sempre più interessante. E poi c’è la ‘nuova guardia’, giovani come Andrea Antonelli, Simone Pecora, Andrea Lattuada, che ben rappresentano la connessione del nostro settore con il futuro”.

“La più grande ricompensa per la grande energia spesa nel portare a termine il progetto – conclude Franco Bazzara – ritengo siano i numerosi e gratificanti riscontri del lavoro fatto, fra i quali spicca la recensione del prof. Luigi Odello, che scrive: ‘Per fare un grande libro occorre tanta sostanza: ricerca, conoscenza(…). È il caso dei Bazzara che a Trieste hanno eretto un tempio al caffè”. Odello elogia inoltre il ‘progetto grafico di grande eleganza’ e sostiene che CoffeExperts ‘costituirà sicura¬mente una testimonianza del nostro tempo’. Ricevere queste attestazioni di stima da uno dei grandi maestri del caffè del nostro tempo è per noi il vero successo”.

E conclude il presidente della Bazzara Espresso: “sottolineo il valore simbolico che ha per noi l’importante dedica ai baristi, agli operatori dell’Ho.Re.Ca e a tutti coloro che hanno vissuto questo periodo buio: ‘che il caffè possa tornare a regalarci il piacere della degustazione e il calore della socialità’. Così ci auguriamo infatti succeda, passerà anche questo momento. L’importante, nel frattempo, è cercare di vivere al meglio possibile e intanto imparare, imparare e imparare ancora, CoffeExperts nasce anche da e per questo”.