Green pass, così l’app VerificaC19, ne accerta la validità

Si chiama VerificaC19 ed è un’app di immediato utilizzo, in grado di supportare nel processo di verifica del green pass.

E mentre si profila all’orizzonte (si attende infatti per giovedì il decreto) l’estensione del green pass a vari tipi di attività tra cui bar e ristoranti e discoteche, può essere utile sapere come leggere e verificare materialmente l’autenticità e la validità delle certificazioni anti Covid19, che ciascuna avventore dovrà esibire.

Come ci informa il sito CWI, è sufficiente un App: VerificaC19, disponibile, in base al sistema operativo, su App store e Play store.

VerificaC19, infatti, leggerà il certificato esibito in forma cartacea o digitale (direttamente dalle app, che non permettono di catturare screenshot).

L’uso dell’app è semplicissimo: appena aperta, questa presenta un solo pulsante: Avvia scansione.

Inquadrando il QRCode nel mirino della fotocamera, viene immediatamente mostrato il risultato della verifica.

VerificaC19, infatti, applica automaticamente le regole per verificare che la certificazione sia valida e mostra graficamente al verificatore l’effettiva validità del documento nonché il nome, il cognome e la data di nascita dell’intestatario.

Solo un’accortezza: accertatevi che l’ambiente sia abbastanza illuminato in modo da consentire all’app di leggere il QrCode.

E se qualcuno mostrasse un certificato non suo?

L’inganno potrà facilmente essere scoperto: infatti, su richiesta, l’interessato deve mostrare un documento di identità valido per verificare la corrispondenza fra i dati anagrafici del documento con quelli della app.

Per approfondire l’argomento e trovare informazioni piattaforma centrale europea per la validazione dei certificati leggi anche l’articolo su CWI: Green Pass: come controllarlo con l’app VerificaC19 nei pubblici esercizi.