Fipe: bene le misure di Tripadvisor contro le recensioni false

    Commenti, indicazioni giudizi. Tripadvisor rappresenta per migliaia di utenti una utile guida nella scelta di ristoranti e bar. Ma, purtroppo, nel sito si sono rilevati anche casi di recensioni risultati poi fasulle, tanto che già alla fine del 2014 l’Antitrust lo aveva sanzionato per 500.000 euro. La piattaforma americana è quindi corsa ai ripari prendendo ufficialmente posizione contro il fenomeno. E raccogliendo il plauso degli operatori dell’horeca. «Che TripAdvisor si muova, addirittura a livello globale, per contrastare il mercato delle false recensioni gestito da apposite società è una buona notizia – dichiara Aldo Cursano, vicepresidente vicario di Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – che accogliamo con soddisfazione visto che per prima, più di due anni fa, ha denunciato il malcostume delle recensioni a pagamento. La nostra Federazione, nel solco di una coerente politica di contrasto verso ogni fenomeno dannoso per imprese e consumatori, collabora da tempo con TripAdvisor per individuare modalità operative e strumenti finalizzati a colpire la compravendita delle recensioni e ad eliminare quelle false. Continueremo a collaborare per fare sì che le nuove misure annunciate da TripAdvisor siano efficaci per il comune obiettivo di un mercato pulito a partire dalle informazioni fornite ai consumatori. D’altra parte siamo convinti che il web sia una risorsa importante anche per le imprese della ristorazione, a condizione che le informazioni che circolano sulla rete siano rispettose di chi lavora in modo corretto e realmente utili ai consumatori».