Coprifuoco alle 23, caffè al banco e cene al chiuso dal 1° giugno

coprifuoco

La cabina di regia ha deciso. Tra le novità: coprifuoco alle 23, centri commerciali aperti nel weekend, caffè al banco al chiuso dal 1° giugno.

Era nell’aria, ma si pensava al 24 maggio. E invece già dal 19 (cioè dal giorno dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta ufficiale) il coprifuoco slitterà di un’ora: dalle 22 alle 23. Per poi probabilmente passare alle 24, dal 7 giugno, fino alla completa soppressione – contagi permettendo – dal 21 giugno.

E non basta: dal 22 maggio via libera anche alle aperture di centri commerciali, mercati, gallerie e parchi commerciali nei festivi e prefestivi. E sempre nella stessa data potranno rimettersi in moto gli impianti di risalita.

In anticipo rispetto al precedente decreto anche le riaperture delle palestre: non più il 1° giugno, ma il 24 maggio.

Per bar e ristoranti al chiuso, invece, è il 1° giugno la pietra miliare: potranno infatti restare aperti sia a pranzo che a cena e – of courseil caffè al banco sarà concesso. Un passo avanti rispetto al precedente decreto che prevedeva solo il consumo al tavolo e fino alle 18.

E sempre dal primo giugno si potrà assistere alle competizioni sportive all’aperto (capienza al 25% e comunque non più di 1000 persone).

Conferma per il wedding, al nastro di partenza il 15 giugno, ma i partecipanti dovranno esibire il green pass (ovvero un certificato di avvenuta vaccinazione, di guarigione o un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti).

Sempre il 15 giugno, in anticipo di 15 giorni, riprendono fiere e parchi tematici.

Ed eccoci al 1° luglio quando avranno il via libera anche piscine al chiuso e centri benessere.

Nessuna apertura prevista ancora, invece, per le discoteche.