Un caffè con Iuliana Spiniuc: “Dotatevi di narghilè”

Iuliana Spiniuc ricorda un po’ Brigitte Bardot, un po’ Pamela Anderson.
Biondissima, sensualissima, è nata in Moldavia, ma vive in Italia da quasi dieci anni.
Ex modella, attrice (ha fatto un cameo anche nel fil di Woody Allen To Rome With Love) e cantante, oggi è al lavoro sul suo primo album lanciato dal singolo Flyin’ So High. “La musica l’ha scritta il mio produttore, il testo l’ho scritto io. Il brano parla di vita, amore e musica. Che è l’unico linguaggio universale e condiviso, a prescindere dalla cultura, dalla personalità e dalla religione”.

Iuliana Spiniuc

Che rapporto hai con il bar?
Stretto! Adoro fare colazione al bar e lo frequento spesso anche solo per un caffè.

Sei una cliente abitudinaria?
Decisamente sì. Vivo a Legnano e vado quasi sempre alla pasticceria Asperti.

Idee per migliorare l’offerta dei bar e ristoranti italiani?
Io vi consiglierei di dotarvi di narghilè, perché evoca sapori e atmosfere arabeggianti ed è molto rilassante.Dove porteresti a cena un’amica straniera?
A Legnano andrei al MUU, sorto sulle ceneri dell’cinema centrale. È uno spazio polifunzionale ideale per una pausa golosa all’insegna dell’eccellenza gastronomica: dalla prima colazione del mattino al pranzo o colazione di lavoro; dallo spuntino di qualità allo shopping gourmet, con i prodotti e le specialità d’asporto disponibili al banco gastronomia fino all’apeMUU, l’aperitivo sfizioso, e alla cena. A Milano, invece, la porterei a mangiare il pesce alla Risacca.