cocktail

01 Febbraio 2022

Vecchio Amaro del Capo, il nuovo spot lanciato con Sanremo

di DALLE AZIENDE


Vecchio Amaro del Capo, il nuovo spot lanciato con Sanremo

Il nuovo spot di Vecchio Amaro del Capo arriva nelle case degli italiani portando lo spettacolo della musica nel suo ambiente naturale, il palco, con il genere più iconico, il rock, proposto in chiave contemporanea e glam come vuole il trend del momento.

Per lanciare lo spot e la campagna adv, Gruppo Caffo 1915 ha scelto la cornice del Festival di Sanremo. “Vecchio Amaro del Capo come la musica unisce le persone. Un’associazione che in questo spot abbiamo voluto valorizzare e il Festival è certamente l’occasione migliore per presentarlo per la prima volta al pubblico che potrà apprezzare anche il nuovo arrangiamento della canzone identifica e rappresenta il nostro prodotto”, spiega Nuccio Caffo, distillatore e amministratore delegato del Gruppo Caffo 1915.

Lo spot è il racconto di un momento di musica. I riflettori illuminano il palco. Una figura in controluce batte l’attacco con tre colpi di bacchetta. Dalla batteria parte il ritmo che dà il via alla musica. Vecchio Amaro del Capo è il grande protagonista e la sua canzone in versione glam rock scatena la voglia di cantare. Da casa, un gruppo di amici segue in tv l’esibizione della band e con Vecchio Amaro del Capo, ghiacciato o nei cocktail, brindano al piacere di stare insieme, alla musica e anche al successo del brano scritto e cantato da Daniela e Luca Sardella.

“Con questo spot, abbiamo voluto dare continuità al nostro messaggio tra tradizione e innovazione come è la musica, come è il nostro pubblico, come è Vecchio Amaro del Capo. Si chiude quindi una trilogia di spot, ambientati in situazioni diverse, inizialmente in teatro, poi nelle case degli Italiani ed ora sul palcoscenico di un concerto, in quanto vuole essere il nostro augurio di un ritorno alla completa normalità per il mondo della musica”, continua Nuccio Caffo che conclude ringraziandoLuca e Daniela Sardella per aver composto il brano, il Dj Sautufau per averlo reso attuale sin dal primo remix e per aver seguito musicalmente il nuovo arrangiamento dal vivo eseguito dalla rock band, l’agenzia PubliOne che segue con successo la comunicazione di Vecchio Amaro del Capo da 11 anni.”

[embed width="560"]https://www.youtube.com/watch?v=AdIo9ptf-XI[/embed]

Lo spot infatti è stato prodotto da PubliOne, agenzia di comunicazione integrata con sedi a Milano, Forlì e Napoli e girato a Roma con la collaborazione della casa di produzione Dogodot. Per la sua realizzazione sono serviti 2 giorni di ripresa, 2 location, 35 addetti e un cast selezionato di musicisti/attori per dare autenticità alla narrazione come racconta Paolo Ferrigno di PubliOne, direttore artistico di lungo corso con alle spalle oltre trent’anni nel ruolo: “Volevamo che fosse un vero momento di musica per creare quell’atmosfera carica di energia che si vive ai concerti. E davvero ci siamo riusciti. Il filo conduttore è la passione, raccontata con la bottiglia di Vecchio Amaro del Capo diventata il microfono della cantante e iconografia e simbolo di questo concetto. In fin dei conti, senza la passione dei suoi creatori e di chi oggi lo produce, Vecchio Amaro del Capo non potrebbe essere il più amato dagli italiani”.

E di passione si parla anche quando si pensa ai professionisti che hanno contribuito al risultato finale. “Girare a Roma con maestranze che hanno lavorato da sempre nel cinema anche con grandi nomi, ci ha permesso di creare un set dinamico e cinematografico. Abbiamo tolto la patinatura che caratterizza i commercial per andare nella direzione del videoclip musicale e della fiction – racconta Davide Mastrangelo regista di PubliOne con una carriera avviata e una formazione accademica sulla ricerca di nuovi codici espressivi dell’audiovisivo – e il risultato è una ibridazione dei linguaggi: musicale, cinematografico e pubblicitario. Alla fine, perché il messaggio funzioni ci vuole un buon bilanciamento tra le esigenze espressive e il soggetto proposto, equilibrando scelte creative e obiettivi della comunicazione”.

Un risultato che il pubblico potrà vedere per tutte le sere del Festival, in programmazione su Rai e in controprogrammazione sulle reti Mediaset. La campagna crossmediale comprende anche una corposa presenza sui più importanti network radiofonici tra cui RTL 102.5, Radio105, Radio101, Radio Monte Carlo, Virgin; sul magazine per eccellenza del Festival, Tv Sorrisi e Canzoni, e altre testate off line; sul web, i social e include anche la partecipazione di Vecchio Amaro del Capo come sponsor, a Oltre il Festival, un innovativo media hub nella splendida cornice di Villa Nobel che ospiterà celebrity dello spettacolo e della musica, da cui trasmetteranno le radio di RadioMediaset.

“Il nuovo spot di Vecchio Amaro del Capo è in perfetta sintonia con la musica e i valori che esprime, per questo abbiamo studiato una pianificazione concentrata su Sanremo che coinvolgesse tutti i media – sottolinea Loris Zanelli Founder e Ceo di PubliOne, agenzia di comunicazione integrata con sedi a Milano, Forlì e Napoli – il Festival sarà di certo la migliore cassa di risonanza per il nuovo spot che racconta la musica. Inoltre, la canzone simbolo di Vecchio Amaro del Capo è ormai un evergreen che tutti sanno cantare come tante, diventate famose sul palco dell’Ariston. Lanciarla in questo nuova veste rock proprio in concomitanza con il Festival della canzone ci rende entusiasti”.

TAG: FESTIVAL DI SANREMO,SPOT TV,NUCCIO CAFFO,GRUPPO CAFFO,VECCHIO AMARO DEL CAPO,PUBLIONE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/04/2024

Drink con il vino (e lo champagne) tra gli ingredienti base: come hanno rilevato numerose survey è questa una delle principali tendenze del 2024 della mixology internazionale sulla cui scia...

15/04/2024

Sostenibili a tavola? Un desiderio comune. Anche tra gli utenti di TheFork, l’app per la prenotazione che gestisce 20mila ristoranti in tutta Italia. Di questi, 1133 segnalano la proposta di piatti...

A cura di Anna Muzio

15/04/2024

Raddoppio a Milano per La Esse Romagnola: al ristorante di via Tortona ora si aggiunge la nuova apertura nel quartiere Isola, in via Ugo Bassi 14, ai piedi di "Primo", il building di 8.500 metri a...

15/04/2024

Italia senza vino? Quali sarebbe le conseguenze perla nostra economia? E ancora: in che misura gli allarmismi europei stanno danneggiando il comparto? Ad analizzare l'impatto in caso di un'ipotetica...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top