Quine nuovo editore di Aibes: Mixer sarà l’organo ufficiale

AIBES e Quine Srl hanno annunciato di aver raggiunto un accordo grazie al quale l’Editore specializzato di riferimento per l’aggiornamento delle imprese e dei professionisti del canale horeca diviene, attraverso la propria testata Mixer, organo ufficiale dell’Associazione Italiana Barmen e Sostenitori.

La partnership consentirà alla storica AIBES, associazione nata nel 1949, di affidare a Quine srl la gestione della comunicazione editoriale, con particolare riferimento alla pubblicazione e divulgazione delle proprie attività sul territorio atte a raggiungere gli obiettivi associativi. AIBES ha nel proprio statuto, fin dalla propria fondazione, la tutela, la formazione e l’aggiornamento dei soci con l’obiettivo di aumentare il loro livello professionale incrementando conoscenze, capacità e competenze nel settore del fuoricasa.

Inoltre, AIBES vanta già un passato di stretta collaborazione con Mixer che attualmente è anche organo di stampa della FIPE, la federazione nazionale dei pubblici esercizi a sua volta parte integrante di Confcommercio.

Con questa collaborazione portiamo ulteriormente avanti il nostro impegno a favore dell’informazione e della formazione professionale di qualità anche nel settore horeca – commenta Giorgio Albonetti, Presidente di LSWR GroupConfermiamo la volontà di aumentare il nostro impegno nell’evoluzione delle competenze professionali dei gestori di bar e ristoranti e la partnership con AIBES ci porta ad essere sempre più il riferimento culturale nell’ambito della mixability”.

Per noi è una grande soddisfazione tornare a collaborare con Mixer – spiega Angelo Donnaloia, Presidente di AIBES – una testata che già negli anni ’90 si presentava ai lettori come Mixer – Il Barman ed era nostro organo di stampa. Siamo convinti che questa partnership permetterà un nuovo sviluppo del lavoro di formazione che portiamo avanti con orgoglio a favore della categoria che rappresentiamo. La collaborazione ci permetterà di dare nuovo slancio alle attività in corso e a quelle future che insieme al nuovo editore lanceremo”.