L’Ue riconosce a McDonald’s l’esclusiva del prefisso Mc o Mac

McDonald’s incassa un successo davanti a Tribunale dell’Unione Europea, secondo il quale “la notorietà dei marchi di McDonald’s consente di impedire la registrazione, per i prodotti alimentari o le bevande, di marchi che combinano il prefisso ‘Mac’ o ‘Mc’ con il nome di un prodotto alimentare o di una bevanda”.

La vicenda che ha portato a questa decisione – spiega repubblica.it -risale al 2008, quando la Future Enterprises di Singapore ha chiesto la registrazione del marchio dell’Unione Maccoffee per prodotti alimentari e bevande, che è stata accettata nel 2010 dall’Ufficio dell’Ue per la proprietà intellettuale (Euipo). A quel punto, l’azienda americana ha chiesto che venisse annullato quel marchio, opponendovi il suo precedente McDonald’s, affiancato da altri 12 sigle che il colosso aveva registrato per servizi di fast food “e che contenevano gli elementi verbali ‘Mc’ o ‘Mac’ come prefisso”. A tre anni di distanza, nel 2013, l’Ufficio ha dato ragione al colosso Usa, considerando la registrazione effettuata dalla Future Enterprises come un tentativo di sfruttare il traino della notorietà di McDonald’s per fare illecita pubblicità ad un proprio prodotto. Oggi, il Tribunale ha respinto il ricorso che l’azienda di Singapore ha provato a opporre alla decisione dell’Ufficio, confermando quindi quella sentenza. Anche questa decisione può essere impugnata, entro due mesi, davanti alla Corte.