L’editoriale di Mixer 308: In viaggio per la Spagna sorseggiando un drink alla canapa

Se il lavoro vi ha costretto dietro il bancone anche durante i mesi estivi, vogliamo fornirvi un po’ di sollievo con un viaggio all’estero di fantasia, sperando che il nostro tour possa suggerire qualche utile idea da mettere in pratica nell’attività quotidiana.

David Migliori

Partiamo da Valencia,una meta spesso trascurata e invece molto interessante, non solo perché è la città in cui è nato il piatto spagnolo per eccellenza, la paella, ma anche perché è una realtà in grande trasformazione, con una vivace scena gastronomica, chef creativi e bar che puntano su intrattenimento e cultura. Ci si sposta di poco e siamo ad Ibiza, di cui tutti conoscono la vivace vita serale. Abbiamo invece voluto far luce sui locali più trascurati quando si pensa alle frenetiche notti dell’isola, quelli che accolgono i turisti prima che vadano a fare “serata”. Torniamo di nuovo sul continente iberico con una approfondita guida ai sapori dell’affascinante e calda Andalusia, con tante informazioni e curiosità.

Stanchi del clima mediterraneo? Vale la pena spostarsi a nord, a Bergen, località norvegese che merita attenzione per la sua vocazione all’ospitalità professionale e per una serie di proposte – di ristorazione e cocktail bar – che possono fornire utili suggestioni. Restando in tema di turismo, tornando però a casa nostra, ci siamo chiesti fino a che punto chi lavora nel settore dell’ospitalità sia in grado di comunicare in maniera adeguata con i clienti che arrivano dall’estero. Detto in altri termini, barman e ristoratori conoscono abbastanza le lingue straniere, in primis l’inglese?

Per affrontare il dossier dedicato alla prima colazione è il caso di sedersi comodi e di prendersi il giusto tempo perché sono tanti i temi di cui si parla : non mancano i dati sulle preferenze dei consumatori, consigli su come presentare al meglio le offerte della mattina, i nuovi prodotti delle aziende e proposte alternative a quelle tradizionali. Visto che si parlava di comodità, è ora di presentare uno dei pezzi forte del mese: l’inchiesta sul boom dei cocktail a base cannabis, consigliati proprio per i positivi effetti rilassanti. Parliamo ovviamente di canapa legale, per intendersi quella con basso contenuto THC, che non provoca alterazioni mentali ma garantisce relax. Diamo la parola ai bartender e alle loro proposte, con pratici suggerimenti e immancabili ricette. Sempre in ambito mixability, i nostri lettori più ambiziosi, che coltivano da tempo il sogno di partecipare a competition a base di cocktail, non si lasceranno sfuggire i consigli su come fare bella figura in gara e magari, perché no?, addirittura su come riuscire a vincere…

Infine suggeriamo alcuni libri dedicati alla mixability. Secondo noi possono essere apprezzati sia da esperti barman che da giovani alle prime armi o da semplici appassionati di miscelazione…