Il Fuorisalone si farà: confermato l’appuntamento di settembre

Un respiro di sollievo per l’economia milanese: il Fuorisalone conferma le date di settembre.

Uno spettro si aggira sulla 60 ma edizione del Salone del Mobile (per inciso proprio quella che – nelle aspettative collettive che avrebbe dovuto sancire la rinascita dopo la pandemia): è lo spettro dell’annullamento dell’evento programmato a settembre. E le dimissioni del presidente di Claudio Luti, non inducono certo ad essere ottimisti. Al punto da suscitare reazioni da più parti: dal presidente Fontana al sindaco Sala l’auspicio unanime è, infatti, che non si arrivi a una soluzione estrema giudicata incomprensibile da Federalberghi e un errore gravissimo da Carlo Sangalli di Confcommercio.

In questo scenario ancora fluido e incerto c’è però un punto fermo: il Fuorisalone conferma l’appuntamento del 5-10 settembre, indipendentemente da quanto si deciderà in merito alla 60ma edizione del Salone, e nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Una buona notizia per le attività che nell’evento diffuso nella metropoli milanese trovano un importante volano di business.