Igles Corelli e Compagnia degli Chef si mobilitano per nonna Peppina

Igles Corelli

Chef di tutta Italia a raccolta a sostegno di nonna Peppina, l’anziana donna terremotata abruzzese sfrattata dal suo chalet di fortuna: per lei si sono mobilitati oltre 40 noti cuochi italiani che si sono dati appuntamento l’11 novembre a Villa Rospigliosi di Lamporecchio, al ristorante Atman dello chef pluristellato Igles Corelli. Lo riferisce Il Tirreno, che ricorda come le immagini di Giuseppa Fattori, l’anziana terremotata che lascia in lacrime la sua casetta di legno a San Martino di Fiastra, in provincia di Macerata, abbiano commosso l’Italia intera. “La sua abitazione, dopo il sisma, non era più agibile e così le figlie hanno costruito per lei un’accogliente chalet in un terreno di sua proprietà; ma nemmeno la sua età avanzata è servita a risparmiarla dallo sfratto e dal sequestro dell’immobile, ritenuto abusivo”, si legge sul quotidiano livornese.

“Se qualcuno deve stare per strada – spiega Corelli al Tirreno – che sia il cibo, non un’anziana terremotata. Vedere in televisione una donna di 95 anni, costretta a vivere in un container, senza nemmeno i servizi igienici, mi ha stretto il cuore. Allora mi sono detto: dobbiamo fare qualcosa. E per aiutare nonna Peppina faremo ciò che sappiamo fare meglio: cucinare, deliziando il palato degli ospiti con il cibo. Sarà un grande evento di street food che darà vita a un gesto corale di solidarietà che unisce chef e territorio, maestri della cucina e persone, tutti a favore di nonna Peppina”.

Ci saranno decine di isole di degustazione, al costo di 5 euro ciascuna, accompagnate da pregiati vini, in un viaggio alla scoperta dei sapori di tutta Italia. Il ricavato dell’iniziativa sarà destinato a favore di nonna Peppina. “Sarà una festa-evento dedicata al cibo di strada – spiega ancora Corelli – con decine di cuochi, compreso il team di Compagnia degli Chef, promotore dell’iniziativa, a cui ha aderito anche il gruppo di Top Italian Chef. Alla serata, poi, saranno presenti anche alcuni cuochi di Athletichef“.