Host e TUTTOFOOD: in fiera più di 150mila visitatori professionali

Ha superato ogni aspettativa il ritorno in presenza di HostMilano e TUTTOFOOD, che si sono tenute dal 22 al 26 ottobre scorso a fieramilano a Rho, in contemporanea con MEAT-TECH. Contando entrambe le manifestazioni, sono stati oltre 150 mila i visitatori professionali arrivati tra i padiglioni della manifestazione, con una nutrita provenienza anche dall’estero: il 33%, in rappresentanza di 144 Paesi, perHostMilano; e il 14%, in rappresentanza di 111 Paesi, per TUTTOFOOD.

Con questa edizione HostMilano e TUTTOFOOD si sono confermate come piattaforme non solo di business, ma anche di presentazione di dati e ricerche, condivisione di conoscenze, competizioni internazionali e scoperta di nuove tendenze, come dimostra un palinsesto fatto da centinaia di, cui si sono aggiunti oltre 1,7 milioni di utenti totali raggiunti dai social delle due manifestazioni.

In tema di accordi per il futuro, Fiera Milano ha stretto una nuova partnership con Filiera Italia e Coldiretti per promuovere nel mondo il Made in Italy agroalimentare con modalità innovative, con l’obiettivo di raddoppiare il valore dell’export. Il recente accordo con Informa Market invece, tra i leader mondiali nel settore fieristico con oltre 450 eventi in portafoglio, porterà le aziende presenti alle manifestazioni di Fiera Milano in aree estere strategiche del globo in modo ancora più capillare. Tra i primi appuntamenti, la partecipazione di imprese italiane alle prossime edizioni di FHA-HoReCA, manifestazione dedicata al food e all’hotellerie organizzata da Informa a Singapore.

Tra gli eventi svoltisi durante i cinque giorni della manifestazione, non è mancato SMART Label – Host Innovation Award, il riconoscimento all’innovazione nel settore dell’ospitalità promosso in collaborazione con POLI.design, a cui si sono aggiunte una serie di competizioni internazionali. Ai FIPGC World Pastry Awards, ad esempio, ha trionfato il Giappone che, con i maestri Yosuke Otsuka, Yusaku Shibata e Kazuhiro Nakayama, ha vinto in tre delle categorie su quattro.

Al primo The World Trophy of Professional Tiramisù FIPGC prima classificata è la
Francia. Al secondo posto il Giappone, che vince anche il premio speciale Tiramisù
Innovativo, e al terzo la Svizzera, che conquista anche il premio speciale Tiramisù
Classico.

Sal De Riso, della pasticceria Sal De Riso Costa d’Amalfi di Minori, è il vincitore della seconda edizione di Panettone World Championship.

Negli eventi promossi da WCC, il colombiano Diego Campos è il vincitore del 2021 World Barista Championship. “Medaglia d’argento” per Andrea Allen, Stati Uniti, e
bronzo per l’australiano Hugh Kelly.

La 2021 World Brewers Cup è andata invece allo svizzero Matt Winton, accompagnato sul podio da Daiki Hatakeyama (Giappone) ed Elika Liftee (USA).

Infine, il 2021 World Cup Tasters Champion è l’australiano Charlie Chu, al secondo
posto la Germania con Dénes Rajmond e al terzo la Corea del Sud con Sang Min
Ju. Sempre nell’area caffè, da segnalare i concorsi coordinati da Altoga e Aicaf che hanno
portato sul podio Francesco Masala, in qualità di Miglior Maestro del 7° Gran
Premio caffetteria Italiana. Il WLAGS è stato il grande evento del Villaggio del caffè:
il secondo campionato del mondo di latte art grading dove si sono disputati gli
incontri-scontri tra i migliori del sistema Lags a livello internazionale, che hanno
portato sul podio: 1° classificato categoria verde: Salvatore Riunno – Italia; 1°
classificato categoria rosso: Nejc Knez – Slovenia; 1° classificato categoria nero:
Fabio Colicchia -Italia e 1° nella categoria oro lo svizzero Fabio Scacciaferro.