Friuli V.G., 100 imprese danno vita a Strade del Vino e dei Sapori

Oltre cento tra aziende agrituristiche, cantine, prosciuttifici, casari, distillerie, artigiani del gusto e della buona tavola hanno dato vita a “Strade del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia” (SVS), che in appena un centinaio di chilometri collega idealmente la costa con l’area montana passando per le rinomate aree vitivinicole e lungo i siti di grande valenza naturalistica, testimoniata anche dal boom di turisti stranieri richiamati dalla possibilità di avvistamento delle farfalle.

Il progetto della “Strade del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia” è nato con la legge regionale 22/2015 volta a sviluppare, in modo coordinato e competitivo grazie a questo contenitore unico, il turismo legato al mondo del vino e dell’agroalimentare. PromoTurismoFvg è il soggetto individuato dalla legge regionale per la gestione totale della SVS, rendendo il Friuli Venezia Giulia al momento la sola regione ad avere in Italia un ente unico che fa da regia al progetto della Strada del Vino e dei Sapori, seguendone l’operatività con proprie risorse interne.

Inoltre, il Friuli Venezia Giulia è la prima regione a regolare la somministrazione di produzioni agroalimentari tradizionali e produzioni tipiche e di qualità non cucinate, unitamente all’assaggio del vino durante le visite in cantina. Tra gli obiettivi della SVS la creazione di itinerari e servizi su misura per l’enoturista, che si muove sia individualmente sia in gruppi organizzati per offrire un’esperienza di vacanza profonda e di qualità a tavola.