Fiori e cocktail. Un connubio virtuoso RICETTE E FOTO

Fiori e cocktail. Un connubio virtuoso.
Soprattutto se volete sorprendere il cliente con un cocktail elegante e d’impatto.
Ovviamente potete utilizzare solo i fiori commestibili e non trattati chimicamente.

Nel frattempo, volete imparare qualche ricetta?
SFOGLIATE LA GALLERY CON LE RICETTE

Rochester di Luca Anastasio, bartender & beverage consultant e international professional trainer

Immagine 1 di 6

Tecnica: shake and strain
Ingredienti:
4 cl vodka Grey Goose
1,5 cl St. Germain Elderflower Liqueur
1 cl limoncello di Amalfi
0,5 cl sciroppo di rose e zafferano home made
6 cl succo fresco di arancia
Top di Lemon Schwepps
Preparazione: versare in uno shaker tutti gli ingredienti, colmare lo shaker con ghiaccio fino al bordo, chiudere e agitare per 20 secondi. Servire in un tumbler alto raffreddato
Decorazione: Fiori commestibili di stagione e secchi, pistilli di zafferano

Ricordatevi che l’unica parte edibile è il petalo, di conseguenza dovete rimuovere accuratamente gambi e pistilli in quanto possono provocare prurito e allergie.

Di fiori e cocktail vi parliamo approfonditamente nella nostra recente inchiesta pubblicata sul numero di novembre di Mixer che presto sarà fruibile anche in versione online.
CLICCA QUI PER LA VERSIONE IN PDF