appuntamenti

13 Maggio 2024

Come misurare l'Italian Sounding: in arrivo la survey di Ambrosetti


Come misurare l'Italian Sounding: in arrivo la survey di Ambrosetti

Come si misura l'Italian Sounding? Ma soprattutto: di quanto è stato il danno subìto a causa sua dalle imprese del Made in Italy nell'anno appena trascorso? A dirlo, mostrando le sue implicazioni a livello globale e regionale, sarà la survey realizzata da The European House-Ambrosetti, che verrà presentata in occasione dell'ottava edizione del Forum “La roadmap del futuro per il Food&Beverage” (dal 7 al 9 giugno prossimi a Bormio). Forum chiamato come ogni anno – siamo alla terza edizione – a fare il punto della situazione su un fenomeno che, in tutto il mondo, definisce come italiani prodotti che in realtà non lo sono. E che, nel solo 2022, è costato circa 60 miliardi di euro.

LA FILIERA AGROALIMENTARE COME AMBASCIATRICE DEL MADE IN ITALY

Durante il Forum, ad accendere ulteriormente i riflettori sull'importanza della filiera agroalimentare tricolore, sarà anche la presentazione del nuovo Food Sustainable Index, pensato per svelare i progressi della ricerca sulla transizione sostenibile della filiera agroalimentare italiana e, in particolare, del Food&Beverage. Un asset, quello dell’eccellenza del Made in Italy, che si conferma strategico per la competitività del Paese, in crescita dal 2015. “La filiera vanta 251,1 miliardi di euro di fatturato, di cui 176,7 miliardi nel Food&Beverage, e 66,6 miliardi di euro di valore aggiunto agroalimentare, di cui 29 miliardi nel settore”, ha detto durante la presentazione dell'evento di Bormio Valerio De Molli, Managing Partner & CEO di The European House-Ambrosetti. “Il settore Food&Beverage conta 457.000 milioni di lavoratori, tra i 3,3 milioni di occupati in tutta la filiera agroalimentare. Inoltre, delle 1,2 milioni di imprese di tutta la catena, 60,444 appartengono al Food&Beverage”. La filiera ha mostrato una crescita anche per quanto riguarda le esportazioni. “Tra i 62,2 miliardi di euro di export, 53,4 miliardi di euro sono del settore”, spiega De Molli.

La filiera agroalimentare, inoltre, rappresenta il made in Italy nel mondo. Infatti, secondo un’elaborazione di The European House- Ambrosetti, l’Italia è il terzo paese in Europa per quota del settore agroalimentare sul Pil (3,8%), preceduto solo da Spagna (5,2%) e Francia (4,5%), e più alta della Germania (2,6%). Inoltre, attivando 30 macro-filiere da monte a valle, la filiera genera il 19% del PIL nazionale.

Per quanto riguarda i prodotti, il protagonista della filiera è il vino. “Nonostante la decrescita dovuta ai fattori climatici, l’Italia rimane il primo paese al mondo per produzione di vino, e secondo paese al mondo per le sue esportazioni (20%), dopo la Francia (26,1%)”, commenta il CEO. “Inoltre, è il primo paese in Europa per numero di prodotti certificati con 890 denominazioni - 564 legate alla produzione vitinicola e 326 a quella alimentare, per un fatturato totale di 20,2 miliardi di euro.

Infine, anche dal punto di vista turistico, le produzioni agroalimentari e la tradizione culinaria italiana sono motivo di attrattività del Paese. “L’Italia è il primo paese al mondo per presenza di ristoranti nazionali nelle principali metropoli mondiali e la prima destinazione enogastronomica al mondo”, conclude De Molli.

TAG: ITALIAN SOUNDING,FOOD SUSTAINABILITY INDEX,THE EUROPEAN HOUSE – AMBROSETTI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/05/2024

Apre oggi pomeriggio a Napoli, in piena Galleria Umberto I, Mondadori MA Bookstore & Mondadori Caffè Kremoso. L'appuntamento con la new-entry della...

17/05/2024

C'è un nuovo premium gin nel portfolio Mercanti di Spirits, Crespo Luna Rosa – Strawberry & Rose, un prodotto senza coloranti, senza aromi artificiali e con poche calorie, imbottigliato...

17/05/2024

A prima vista Kevin Kos sembra un giovane ufficiale austriaco della Vienna primo Novecento. Alto, biondo, gli occhi chiari coi i baffi arricciati all’insù. Siamo in una saletta riservata del Drink...

A cura di Sapo Matteucci

17/05/2024

Giampiero Pacchiano, Cris Sola del Kadavè. Sono loro i vincitori dei Barback Games 2024, quest’anno al Roma Bar Show. I due ragazzi da Sant’Anastasia (NA)...

 

Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top