Dr. Schär compie 100 anni e vara il progetto Field100

Per festeggiare il suo 100° anniversario e confermare il suo impegno per un futuro con più biodiversità, Dr. Schär, con la prima semina delle 100 colture diverse in un campo nelle Alpi altoatesine, ha dato il via al progetto Field100.

Dr. Schär, insieme al Centro di Sperimentazione Laimburg, si è posto l’obiettivo di creare uno dei campi con maggiore biodiversità coltivati finora, insieme a quello di educare le diverse generazioni sull’importanza della biodiversità in agricoltura e di promuovere una maggiore diversità varietale, riducendo l’utilizzo delle monocolture.

100 diverse varietà di piante, che possono adattarsi alle condizioni specifiche del campo nelle Alpi altoatesine, sono state accuratamente selezionate in stretta collaborazione con banche del seme come CropTrust e Genebank Tyrol. In questo modo, l’avena e il grano saraceno locali cresceranno insieme, in armonia con l’amaranto nepalese e la quinoa delle Ande, proprio “sull’uscio di casa”. Il progetto include anche la coltivazione di semi meno diffusi: al fine di preservarli per il futuro, alcuni dei semi raccolti saranno donati alla banca genetica e alla Centro di Sperimentazione Laimburg.

Field100 offre molto da scoprire e si pone l’obiettivo di rispondere a importanti quesiti come “Le colture antiche possono adattarsi più facilmente al cambiamento climatico?”, “L’intercropping è un’alternativa che arreca benefici alla monocoltura?” e “È possibile coltivare naturalmente in Alto Adige semi che altrimenti dovremmo importare?”

Recentemente la semina è stata avviata con avena, lenticchie e semi di lino e continuerà fino alla fine di maggio con un’ampia varietà di colture che sono in parte anche ingredienti dei prodotti Dr. Schär. Inoltre, per favorire l’impollinazione, una serie di fiori selvatici sarà coltivata intorno al campo.

In occasione della prima semina, Dr. Schär invita il pubblico e la stampa a prendere parte a questa grande iniziativa. Da qualsiasi parte del mondo, chiunque può scoprire Field100 attraverso le risorse digitali, come il video del campo (visibile qui di seguito) nel corso delle stagioni o quando la coltivazione sarà in una fase più avanzata, attraverso immagini live catturate dalla telecamera FieldEye, e partecipare alla raccolta virtuale a partire da agosto.