Crazy Cat Café, apre a Milano il caffè dei gatti

    L’ispirazione è arrivata da un viaggio in Giappone, dove i locali a tema sono molto diffusi. Poi ha trovato slancio e conferma dai riusciti esperimenti fatti in Europa, e in particolare in Italia. Così, dopo Torino e Roma, ora tocca a Milano accogliere il Crazy Cat Café, un caffè dei gatti che aprirà i battenti in via Napo Torriani 5.

    Nel locale – nato su iniziativa di due giovani milanesi, Alba Galtieri e Marco Centonza, compagni nella vita e soci – si potrà bere un cappuccino, leggere un libro, ascoltare musica in compagnia dei sei simpatici felini – Freddie, Patti, Bowie, Nina, Elvis e Blondie -, tutti abbandonati o salvati dalla strada.

    Lo spazio ovviamente ruota intorno alle esigenze di gatti: ci sono tiragraffi, giochi, passerelle e percorsi studiati per loro, stanze separate per lettiere e cibo, angoli relax. E i mici sono seguiti da una veterinaria e da una comportamentalista.

    Il locale punta a creare una rete con le associazioni: «Organizzeremo piccoli eventi di formazione dedicati a chi ha già un gatto o vorrebbero adottarne uno – ha spiegato Marco Centonza a ilgiorno.it -. Abbiamo previsto uno spazio bacheca dedicato ai mici in cerca di casa. Speriamo che il locale possa diventare un piacevole punto di incontro tra persone e gatti, attraverso gioco e coccole. Uno spazio di educazione alla relazione con gli animali e sensibilizzazione al tema dell’adozione. I clienti dovranno rispettare alcune regole: non potranno dare cibo ai mici, dovranno impegnarsi a mantenere un adeguato volume della voce, evitare di fare foto con flash e rispettare il riposo e gli spazi dei gatti».

    Gli ingressi (liberi con consumazione) saranno monitorati, per evitare situazioni di stress e sovraffollamento. Dal 23 al 25 ottobre sono in programma tre giorni di presentazione, con piccoli omaggi.