Corona pass, in Alto Adige il passepartout per gli ambienti chiusi

E mentre in Italia infuriano le polemiche su coprifuoco e aperture a metà, c’è anche chi ha bypassato il problema. In Trentino Alto Adige, infatti, grazie a una delibera firmata dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, è consentito spostarsi anche dopo le 22 per ritornare a casa dal ristorante. Ovviamente è consigliata la via più breve.

Quanto al permanere degli avventori anche in aree chiuse (permesso previsto dal decreto solo dal 1° giugno) un’ordinanza del presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher ha scombussolato, in zona, le tempistiche. Grazie al novello Corona Pass, lanciato dalla provincia di Bolzano, infatti, i clienti vaccinati, guariti o testati potranno usufruire del servizio al chiuso fin da subito: con un netto anticipo, dunque, sull’agenda nazionale.