Canone RAI, operativo il rimborso per bar, ristoranti ed alberghi

Il rimborso del canone RAI speciale per bar, ristoranti e alberghi è operativo. Ad aggiungere l’ultimo passaggio per il completo funzionamento dell’agevolazione prevista dal decreto Sostegni è l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione numero 6 del 25 gennaio 2022.

Il documento di prassi istituisce il codice tributo per recuperare le somme in compensazione mediante modello F24. L’articolo 6, comma 5, prevede l’esonero dal versamento del canone RAI per l’anno 2021 per: “le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico, comprese le attività similari svolte da enti del Terzo settore…”

Potranno recuperare la somma in compensazione con modello F24 i soggetti che avevano già pagato il canone RAI entro il 22 marzo 2021.

Nella risoluzione dell’Agenzia delle Entrate vengono fornite anche le istruzioni per la compilazione del modello F24 per la compensazione delle somme versate. Il codice tributo 6958 deve essere indicato nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”. Se il contribuente deve provvedere al riversamento dell’agevolazione, dovrà utilizzare la colonna “importi a debito versati”.

Nel campo “anno di riferimento” deve essere inserito l’anno per cui è prevista l’agevolazione, ovvero l’anno 2021. Il credito d’imposta previsto dal decreto Sostegni può essere recuperato esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

La presentazione del modello F24 deve avvenire attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate e la somma non può superare l’importo disponibile.

Per visualizzare il proprio credito d’imposta si deve accedere al proprio cassetto fiscale, attraverso l’area privata del portale dell’Amministrazione finanziaria.