Anteprima Host – Appuntamento al Bar Lucano

Lucano sarà tra i protagonisti della prossima edizione di HOST, il più importante Salone internazionale dell’ospitalità professionale. Dal 18 al 22 ottobre 2013 infatti sarà a Rho con un vero e proprio Bar Lucano.

Ad animare lo spazio un ricco calendario di appuntamenti, con dimostrazioni e cocktail show dei più importanti barman a livello internazionale radunati per Lucano da Bartender.it. Tra i protagonisti Simone Maci, resident bartender durante i giorni di fiera, ed interventi delle guest stars Agostino Perrone, vincitore di numerosi premi internazionali, e Dario Comini, noto patron del Nottingham Forest, annoverato dal Financial Times tra i 5 migliori molecular bar al mondo. Saranno loro a studiare speciali cocktails a base Amaro, che verranno presentati all’interno del Bar Lucano nei giorni di fiera.

Grazie all’arte della miscelazione Lucano affianca così al classico momento di consumo nel dopo pasto, cocktails a base Amaro adatti per l’aperitivo e il dopo cena.

“L’amaro è un prodotto che viene generalmente associato ad un consumo tradizionale e ad un target tendenzialmente adulto. – spiega Roberto Galantini, Direttore Commerciale di Amaro Lucano S.p.A. – Quello che stiamo attuando attraverso una serie di azioni e partnership, tra cui la collaborazione con Bartender.it, è un’apertura del mercato a nuovi target e nuove occasioni di consumo. La presenza di un prodotto tradizionale quale è Lucano ad HOST è strategica e ha come obiettivo proprio la creazione di nuovi spazi nel mondo dell’HO.RE.CA.”

Luca Pirola, tra i fondatori di Bartender.it, dichiara: “L’alchimia di sapori, spezie e infusioni rendono Lucano un prodotto unico e nella sua complessità molto funzionale alla nuova epoca del cocktail. Lucano è sicuramente buono bevuto secondo i normali standard, cioè freddo e con ghiaccio, ma quello che gli dà questa spinta verso la miscelazione è la funzionalità aromatica, che molti professionisti possono utilizzare nelle loro creazioni”

Ma il bar Lucano sarà soprattutto un punto d’incontro e un’occasione per presentare il “mondo Lucano”: la gamma di prodotti, con una veste grafica rinnovata. A caratterizzare gli spazi del Bar Lucano, forti richiami alla terra d’origine dello storico Amaro, con un terrazzo che affaccia idealmente sui caratteristici paesaggi di Pisticci. Aggregazione e convivialità sono i tratti che distinguono il bar all’italiana e i valori del brand Lucano, interpretati attraverso un layout in cui convivono tradizione e modernità.

A tema mixology anche il “Lucano fuori Host” che si terrà presso il cocktail bar Cinc di Brera durante una delle serate di fiera.

Resident Bartender

SIMONE MACI. Bartender professionista, Simone arriva da una tradizione di famiglia legata al mondo della ristorazione. Grazie anche all’esperienza del fratello Davide, giovane chef che ha lavorato in numerosi ristoranti stellati in giro per l’Europa, Simone ha affinato una capacità sensoriale atta a trovare in ogni sua creazione un’armonia e un gusto unico.

Il suo concetto di Fresco Cocktail Shop, locale di Como di cui è promotore, non concede scuse a prodotti di bassa qualità. Ogni materia prima è scelta e selezionata per la sua identità ma soprattutto per il progetto di miscelazione per cui è pensata.

Per Bartender.it Simone si occupa di creare le giuste alchimie organolettiche nelle consulenze per i brand nazionali ed internazionali.

Special Guests

DARIO COMINI. Dario è figlio d’arte. Bartender da tre generazioni, il nonno ha cominciato la carriera a New York a inizio del secolo.

Mixologist pluripremiato e consulente delle maggiori case liquoristiche, vanta esperienze di lavoro internazionali, oltre ad essere noto patron del NOTTINGHAM FOREST di Milano e del GAZEBO DI NOTTINGHAM a Parma.

I suoi cocktail sono stati inseriti nelle carte nei migliori bar, dalla Cina alle Americhe.

Il Financial Times annovera il Nottingham Forest tra i 5 migliori” molecular bar” del mondo. Dal 2007 il Nottingham Forest è tra i “50 best bar in the world”.

AGOSTINO PERRONE. Una carriera iniziata in un piccolo caffè nel cuore di Como per pagarsi gli studi di fotografia a Milano, Agostino è sempre stato affascinato dai colori, dalle forme e da tutto ciò che implica creatività e contatto con il pubblico.

Frequenta la 3F American Bartender School, con cui successivamente collabora, per poi spostarsi a Londra nel 2003. Una breve esperienza a Chelsea lo porta a incontrare le principali personalità del mondo del mixology. Proprio in questo periodo Salvador e Amanda aprono Dusk sotto la direzione di Dre Masso. Nidal Raimi chiama Agostino per lavorare da Dusk e in breve tempo viene promosso a “head bartender”. Tre anni dopo Agostino diventa responsabile del Montgomery Place, considerato il paradiso dei cocktail. Durante questi anni Montgomery Place si aggiudica numerosi premi tra cui: “Best Bar”, “Best Night Out”, “Best Bartender UK 2006”. Agostino completa infine il suo curriculum con un’esperienza di cinque anni presso il bar dell’hotel 5 stelle The Connaught. Sotto la direzione di Santino Cicciari (ex Blue Bar), Agostino diviene head barman del Connaught Bar vincendo numerosi premi incluso il “Best UK Hotel Bar 2009” di Class Magazine. Agostino viene presto citato tra i migliori bartender al Tales of the Cocktail 2008 e 2009. Inoltre il Connaught Bar si aggiudica il Best Hotel Bar 2008 e il Best Hotel Bar 2009, entrambi riconosciuti a livello internazionale da Tales of the Cocktail. E’ inoltre cofondatore di bartender.it , associazione che riunisce i migliori bartender italiani nel mondo.

Premi: Best Bartender UK 2006, Tales of the Cocktail 2008: Best Hotel Bar, Tales of the Cocktail 2009: Best Hotel Bar, Tales of the Cocktail 2010: World’s best Bartender e World’s best Hotel Bar, 2011 Prix Villegiature Awards’ best bar in hotel, Chef barman, Tales of the Cocktail 2012: World’s best Hotel Bar.