A Heatrow Virgin Atlantic dà spazio a dj e i produttori

Come ingannano il tempo d’attesa negli aeroporti i dj e i produttori di musica destinata alla discoteca?

Molti hanno dichiarato di spendere questo tempo forzatamente libero ascoltando e componendo musica; i puristi, e non del tutto senza ragione, si sono dissociati da questa pratica, sostenendo che la musica si crei in studio di registrazione, non con un computer tra uno scalo e l’altro. Con sano pragmatismo, la compagnia Virgin Atlantic ha ben pensato di metter tutti d’accordo, ed ha messo a disposizione di dj, produttori e musicisti uno studio per mixare nella propria area lounge all’aeroporto britannico di London Heatrow (nella foto).

Uno spazio di lavoro studiato proprio ad hoc, dove poter creare la propria traccia preferica, con tanto di strumentistica per editing e montaggio. Londra resta e sempre resterà la Capitale Mondiale della Musica, ed anche in questa circostanza non ha perso l’opportunità per dimostrarlo.

Info su http://www.virgin.com/travel/virgin-atlantics-heathrow-music-studio

Dan Mc Sword