Una cubaita da record

• 789 metri
• 600 Kg di mandorla
• 200 Kg di sesamo
• 200 kg di pistacchio
• 1000 kg di zucchero

Questi i numeri primi della cubaita (tipico croccante siciliano) più lunga del mondo realizzata ieri pomeriggio a Mazara del Vallo (TP) nel corso di Blue Sea Land 2016, manifestazione che, promossa dal Distretto della Pesca e Crescita Blu in collaborazione con la Regione Sicilia e in programma dal 5 al 9 ottobre, mira a valorizzare, in un ricco calendario di eventi, convegni, degustazioni e cooking-show, le risorse e le eccellenze delle filiere agro-ittico-alimentari dei Paesi del Mediterraneo e del Medioriente

imamgine-789-metri-di-cubaitaUna cubaita da record – Creata da una squadra di circa 100 torronari e pasticceri siciliani capitanati dal maestro pasticcere Nicola Fiasconaro, la ‘super-cubaita’ si snodava profumata lungo le vie della Casbah di Mazara del Vallo, partendo da Piazza Regina fino ad arrivare a Piazza Santa Caterina.
Un vero e proprio capolavoro gourmet nato sotto l’egida di Duciezio, l’Associazione che, presieduta da Salvatore Farina, da anni si impegna quotidianamente per valorizzare il patrimonio storico e culturale della gelateria, della pasticceria e della gelateria siciliana

Con questa nuova prodezza dolciaria (che è stata ‘ufficialmente certificata’ da un notaio e che ora è in corsa per entrare nel Guinness dei Primati), Nicola Fiasconaro supera se stesso e la cubaita di 695 metri da lui realizzata a Mazzarino (CL) nel 2012. Le origini di questo dolce squisito (il cui nome deriva dalla parola araba qubbiat che significa ‘mandorlato)sono tipicamente mediorientali: lo si trova, nelle sue svariate versioni, in Turchia, in Libano, in Grecia e anche a Cipro. E lo si trova, per l’appunto,anche in tutta la Sicilia.

Largo ai giovani – A supportare i lavori preparatori della cubaita da record, anche quattro promesse dell’alta pasticceria: i giovani stagisti provenienti dalla Scuola Alberghiera di Rovereto (TN) che l’azienda dolciaria Fiasconaro sta ospitando in questi giorni a Castelbuono, antico centro incastonato nel Parco delle Madonie a pochi chilometri da Palermo. “Questi ragazzi sono qui con noi perché lo scorso gennaio vinsero un concorso di pasticceria organizzato nell’ambito del Sigep Giovani, un evento molto importante per il nostro settore che si tiene ogni anno a Rimini. Lo stage presso di noi rientrava nel pacchetto del premio conquistato. Li accogliamo con molto piacere e siamo ben felici di dar loro la possibilità di apprendere dal vivo le nostre tecniche ma anche di cimentarsi nella realizzazione di prodotti tipici del nostro territorio” – afferma Nicola Fiasconaro “Da sempre la nostra azienda crede nell’importanze di valorizzare le capacità dei giovani più meritevoli. Non a caso, a breve ospiteremo nei nostri laboratori per un periodo di formazione altri tre giovani studenti dell’Istituto professionale Giovanni Falcone di Giarre”.

www.fiasconaro.com