Tork, gli asciugamani di carta scelta più sicura per i locali pubblici

Le incertezze e le richieste di soluzioni igieniche sicure negli spazi pubblici sono più alte che mai. Secondo il recente studio commissionato da Tork, che ha esaminato l’impatto del Covid-19 sugli orientamenti delle persone, l’80% ritiene che sia di fondamentale importanza per la sicurezza mantenere un elevato standard igienico nelle aree bagno.

Questa maggiore preoccupazione per l’igiene nei bagni pubblici ha determinato anche un cambiamento nella scelta delle soluzioni per l’asciugatura delle mani. Secondo lo studio, il 75% delle persone intervistate in quattro Paesi europei desidera che nelle strutture ci siano asciugamani di carta come alternativa agli asciugamani ad aria. Lo studio ha anche messo in luce che la preferenza nei confronti degli asciugamani di carta è cresciuta del 37% rispetto a prima della pandemia. Le ragioni più comuni indicate per questo cambiamento sono la percezione che gli asciugamani di carta siano più igienici (80%), che le mani vengono asciugate più rapidamente (42%) e che si diffondano meno batteri nell’aria (39%).

E poiché la preferenza dei clienti per gli asciugamani in carta cresce, i costi per chi non offre asciugamani di carta possono rivelarsi molto elevati. Il 50% degli intervistati afferma di avere meno probabilità di frequentare luoghi che non offrono asciugamani di carta per le mani e il 43% afferma di non sentirsi sicuro entrare in un bagno dotato di asciugamani ad aria.

“La pandemia Covid-19 ha dimostrato che tutte le aziende devono adattarsi a un nuovo standard di igiene. Mentre alcune strutture potrebbero aver scelto gli asciugamani ad aria in precedenza, in base alla facilità d’uso percepita, ora questo non è più sufficiente. Una parte significativa della popolazione si sente meno al sicuro ora utilizzando gli asciugamani ad aria. Abbiamo assistito a un aumento delle richieste da parte dei facility manager che desiderano passare dagli asciugamani ad aria agli asciugamani di carta”, afferma Riccardo Trionfera, direttore commerciale di Essity Professional Hygiene.

Per le aree critiche, come gli stabilimenti di lavorazione degli alimenti e gli ospedali, gli asciugamani di carta sono stati sempre l’unica soluzione accettabile per l’asciugatura delle mani. E per una buona ragione. A differenza degli asciugamani di carta, il getto d’aria produce più goccioline trasportate nell’ambiante e ciò aumenta il rischio che i batteri si diffondano nell’aria. L’attrito derivante dall’asciugatura delle mani con i tovaglioli di carta aiuta inoltre a rimuovere più batteri rispetto ad altre opzioni di asciugatura.

A causa della pandemia, è probabile che molti visitatori si attendano di trovare nei bagni pubblici gli standard che si applicano in quelle aree critiche per l’igiene. Infatti, l’80% degli intervistati afferma di aspettarsi che i bagni pubblici forniscano un ambiente igienico più sicuro rispetto a prima del Covid-19.

Lo studio suggerisce che fornire soluzioni che facciano sentire le persone al sicuro quando frequentano gli spazi pubblici deve essere una priorità assoluta per i facility manager. Non rispondere alle loro preoccupazioni ha semplicemente un costo troppo alto.