bevande

12 Aprile 2021

Il piano del governo per riaperture "graduali" (forse) dal 25 aprile

di Stefano Fossati


Il piano del governo per riaperture

Stando a quanto riportano alcuni organi di stampa, il governo avrebbe messo a punto un piano per le riaperture delle attività ancora bloccate dalle misure adottate nel tenativo di contenere i contagi da Covid-19. I tempi, però, sarebbero ancora in via di definizione: al momento l'unica data di cui si parla è quella di martedì 20 aprile, quando si terrà il confronto regioni-governo sul piano vero e proprio di riapertura, sulla base dei dati che emergeranno venerdì 16 aprile dal consueto monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità.

Mentre da oggi gran parte delle regioni sono "zona arancione" (solo quattro quelle ancora "rosse"), quasi la metà mostra un andamento che, se confermato, potrebbe portarle la prossima settimana a registrare dati da "zona gialla". Peccato, però, che quest'ultima sia stata arbitrariamente sospesa fino al 30 aprile dall'ultimo decreto dell'esecutivo.

A ben leggere le indiscrezioni, più che un piano quello del governo sembra essere per ora una bozza parziale e confusa, comunque ben lontana da quelle che sono le richieste di imprenditori e lavoratori del fuori casa. Per il momento, a dettare la linea è ancora il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli: "Personalmente - ha spiegato in un'intervista a La Stampa - ritengo che si potrebbe immaginare una prima riapertura selettiva, solo per determinate attività, magari per quelle che hanno spazi all'aperto e che, quindi, hanno un profilo di rischio diverso dal punto di vista del contagio".

Tornando alle ipotesi attualmente allo studio del governo, bar e ristoranti potrebbero tornare ad aprire dal 25 aprile (non è ancora chiaro se solo a pranzo o anche la sera) nelle regioni che avranno dati da zona gialla, con rigidi protocolli definiti di "sicurezza": prenotazione obbligatoria, rilevazione della temperatura all’ingresso, pagamenti solo elettronici e digitali, possibilità di consumare solo ai tavoli.

Cinema e teatri restano invece in attesa, dopo la promessa disattesa di poter riaprire il 27 marzo. Per le sale si pensa a un protocollo ancora diverso rispetto a quello approvato per l'ultima mancata promessa di riapertura: mascherina ffp2 per tutti, tampone 48 ore prima. Palestre e piscine potrebbero riaprire da inizio maggio, ma vi sono ancora molti dubbi sulla possibilità di dare il via libera solo a lezioni individuali o di gruppo.

TAG: CAFFè DIEMME,RISTORANTI,GOVERNO,CORONAVIRUS,RIAPERTURA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

14/06/2024

L'appuntamento è per venerdì 14 giugno alle ore 18:30 presso il Convivium Bar di Monaci delle Terre Nere alle pendici dell'Etna. In collaborazione con Campari Academy, Salvatore Calabrese metterà...

14/06/2024

Destinazione: World of Coffee Copenaghen, Bella Center, dal 27 al 29 giugno 2024. E occhi puntati sulla delegazione italiana che gareggerà nei campionati mondiali SCA, gli ultimi che mancano da...

A cura di Anna Muzio

14/06/2024

Con l'arrivo del mese di giugno riparte Mare Mio by Gin Mare, l'iniziativa condivisa con Marevivo – Fondazione Ambientalista ETS che mira a proteggere e preservare la bellezza e la vita del Mar...

14/06/2024

Chi l’ha detto che in Italia i giovani non lavorano? Anche se i numeri lo dicono con certezza – 2,1 i milioni di Neet (i 15-34enni che non studiano né hanno un impiego) nel nostro Paese e solo...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top