“Share a Coca-Cola”, Giuseppe Sala personalizza la sua lattina

Si chiama “Share a Coca-Cola” ed è il nuovo dispositivo che permette di personalizzare la propria lattina con nome e cognome o con la scritta che più si desidera. Ad inaugurare ufficialmente l’iniziativa, allo spazio “Ekocenter” nelle vicinanze del padiglione spagnolo, è stato il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala (nelle foto di Daniele Mascolo) che, grazie alla “guida” di Kimberly Anna Tahor Alexander, Direttrice del Padiglione Coca-Cola, si è visto consegnare ben tre lattine. Sulla prima c’era scritto “Mr Expo”, sulla seconda “Giuseppe Sala” e sulla terza “@beppesala“.

Per personalizzare la propria Coca-Cola è sufficiente inserire sul display del dispositivo un massimo di 22 caratteri ed ecco che in pochi secondi uscirà la lattina, al prezzo di 2 euro e 50. Saranno 50 mila le Coche a disposizione dei visitatori per una pezzo davvero “limited edition”. E ci sarà anche la possibilità di condividere sui social network la propria lattina, usando l’hashtag di ordinanza: #MyExpoCoke.

Coca-Cola HBC opera dal 1995 in Italia attraverso Coca-Cola HBC Italia S.r.l. (già Coca-Cola Bevande Italia S.p.A.) proprietaria degli stabilimenti di produzione ed imbottigliamento di Nogara, Gaglianico, Oricola, Corfinio (chiuso nel 2011), Marcianise, Elmas chiuso nel primo trimestre del 2013, Rionero in Vulture, Monticchio. Inoltre ha un centro di assistenza tecnica per le attrezzature di distribuzione a Campogalliano e 5 centri di distribuzione (Buccinasco, Fagnano Olona, Perugia, Montelupo Fiorentino e Abbasanta). Inoltre è proprietaria di Fonti del Vulture S.r.l. ed ha incorporato la società SoCIB S.p.A.. Si occupa anche della distribuzione dei prodotti di Ilko Coffee International, joint venture tra The Coca-Cola Company e Illycaffè S.p.A.

Questo il link che rimanda al sito americano.