Rotonda Bistrò: no waste, low alcol e pairing con 1930 e chef Arrigoni

Dopo due anni di chiusura -in parte forzata- e una lunga ristrutturazione riapre a Milano Rotonda Bistrò. Si tratta di un locale polifunzionale con cucina sempre aperta ospitato dalla storica Rotonda della Besana, accanto al Muba, il Museo del Bambino.

Rotonda Bistrot Rotonda Bistrò si trova all’interno di un luogo frequentato soprattutto dalle famiglie, anche se non solo, la cui proposta è in linea con il target“, spiega Tommaso Arrigoni, classe 1971, che è stato sous chef di Claudio Sadler prima di aprire nel 1998 il ristorante Innocenti Evasioni (dal 2008 una stella Michelin) e ha preso in mano la direzione della cucina.

La cucina di Rotonda Bistrò, sempre disponibile a qualunque ora, punta su materie prime fresche di stagione e su sapori riconoscibili e di facile comprensione per avvicinare anche i bimbi all’alta cucina. Qualche esempio? Dalle uova preparate in diverse maniere agli gnocchi conditi con il sugo di pomodoro o col ragù, fino alla guancia su purea di patate. “Parliamo di un taglio di carne povero, abbastanza inusuale”, chiosa Arrigoni. A fare la differenza, oltre alla qualità degli ingredienti, sono tecniche e attrezzature contemporanee. 

Rotonda BistròSe la direzione gastronomica è stata affidata allo chef Tommaso Arrigoni, la gestione del bar e quindi la drink list è stata appaltata al team del 1930 Speakeasy di Milano. Insomma, l’impero di Flavio Angiolillo, Marco Russo & Co si allarga ancora.

Le parole chiave

  1. No waste. Ogni scarto in cucina può avere una nuova vita inaspettata.
  2. Cocktail food pairing
  3. Drink low alcol (sotto i 21 gradi)