Ristorazione servita: Old Wild West è Insegna dell’anno 2018-2019

Anche quest’anno migliaia di consumatori italiani hanno espresso la propria preferenza e hanno eletto Old Wild West Insegna dell’Anno 2018-2019 nella categoria “ristorazione servita”. Un indiscusso e rinnovato successo per la Burger&Steak House più amata d’Italia che conquista il prestigioso riconoscimento per la quinta volta negli ultimi anni, a conferma dell’altissima qualità offerta negli oltre 180 ristoranti.

Il Premio Insegna dell’Anno è il riconoscimento più ambito a livello nazionale, poiché rappresenta fedelmente il giudizio dei consumatori italiani, che per questa edizione sono stati chiamati a votare per 467 insegne retail food e non food. L‘edizione 2018 ne è ulteriore affermazione: il numero di valutazioni valide, infatti, ha segnato un incremento del 50%, passando dalle 320.000 della scorsa edizione alle 480.000 di quest’anno.

Il motivo di un coinvolgimento così elevato risiede nel significato stesso del premio: le catene che meglio sanno catturare l’attenzione e l’interesse dei propri consumatori si affermano nelle posizioni più alte del podio. Insegna dell’Anno infatti premia la notorietà, ma soprattutto il rapporto di ogni catena con i propri clienti. Ed è proprio così che Old Wild West si è distinta sulle altre insegne concorrenti: grazie alla cortesia dei propri collaboratori e all’atmosfera presente nei ristoranti, fattori che, con 19.371 voti validi, sono risultati i più graditi d’Italia nel settore della ristorazione servita.

“Siamo molto felici che i consumatori abbiamo confermato anche quest’anno l’affetto per Old Wild West – commenta Daniele Crucil, direttore marketing di Cigierre SpA, gruppo leader della ristorazione italiana proprietario del format – siamo riconoscenti ai nostri clienti e rinnoviamo la promessa di impegno costante e quotidiano per mantenere la qualità sempre ai massimi livelli. Desideriamo offrire sempre un’esperienza memorabile nei nostri ristoranti, momenti in cui buon cibo e divertimento vanno sempre di pari passo. Un ringraziamento doveroso va ai nostri collaboratori che con impegno e dedizione hanno reso possibile il raggiungimento di questo quinto successo”.