Poletti: puntare sulle persone con la comunicazione interna aziendale

Filippo Poletti, nel libro “Tempo di IoP: Intranet of People”, indica la via da seguire oggi sul lavoro: ripartire con la comunicazione interna aziendale, valorizzando le persone e i loro talenti.

Il “tempo di IoP” è quello del fare rete o “net”, di cui oggi, con la crisi generata dalla pandemia, si avverte la necessità. La via indicata da Poletti, quella dell’IoP, è la nostra via, quella dell’universo del beverage: lo dice lo stesso autore, presentando in apertura del libro il percorso intrapreso da Terre di Barolo: fondata nel 1958 a Castiglione Falletto in provincia di Cuneo, la cooperativa vitivinicola si è presentata al mondo sul suo portale con i 165 volti, tutti in bianco e nero, dei soci.

Filippo Poletti

Non è un caso – sottolinea Poletti a colloquio con Mixer Planet – che sul suo canale ufficiale di Instagram il consorzio Terre di Barolo abbia scritto: “Una grande famiglia nel nome del vino: a big family in the name of wine”. È il richiamo all’unità che rappresenta, secondo l’autore, uno dei cinque pilastri della comunicazione aziendale. Se il primo è la promozione del bene comune, il secondo è il dialogo, poi a seguire la formazione continua, il welfare o benessere delle persone e, infine, la sostenibilità intesa come adesione ai principi dell’economia circolare: “Più comunicazione interna vuol dire aziende più produttive con collaboratori più motivati“, prosegue il giornalista, classe 1970, comunicatore d’impresa.

“È tempo di unire le forze per affrontare le grandi sfide che ci attendono. Per ripartire oggi occorre ricreare e rafforzare quel sentire comune che fa di un’azienda, piccola o grande che sia, un organismo coeso – commenta Poletti, tra i principali influencer in Italia del social media LinkedIn, dedicato al mondo del lavoro –. Dobbiamo farlo a partire dalla ‘comunicazione in famiglia’, la comunicazione interna digitale. Facciamolo con un sito web rivolto ai dipendenti, la cosiddetta ‘intranet‘ oppure con un’app o un gruppo chiuso su un social media come Telegram o, infine, con una web radio aziendale“.

In quasi 300 pagine, di cui hanno già parlato più di 300 testate giornalistiche nazionali, Poletti ci guida alla scoperta dell’oggi e del domani nel mondo del lavoro. E lo fa, chiudendo, lanciando il cocktail della “fiducia”: “Ogni giorno al lavoro è un nuovo giorno – conclude con Mixer Planet –. Facciamo in modo di far circolare le idee interessanti, capaci di coinvolgere la nostra community. Come dice l’esperta di comunicazione Annamaria Testa, le buone notizie sono storie di idee brillanti per risolvere problemi complicati. Condividiamole quotidianamente con fiducia e coraggio”.