New York Sour, ricetta e storia del twist del Whisky Sour

Il New York Sour, nella codifica Iba dal 2020, è un vintage drink scenico. E non è altro che un Whiskey Sour con un float di vino rosso in superficie. Cocktail di fine ‘800, per anni dimenticato, è tornato in auge grazie ad alcuni mixologist illustri. Uno su tutti: Julie Reiner.

Il New York Sour pare risalga alla fine del diciannovesimo secolo. Più precisamente, sarebbe nato tra gli Anni ’70 e ’80 dell’800, ma ai tempi era chiamato diversamente. Conosciuto all’inizio come Continental Sour e poi come Southern Whiskey Sour, Claret Snap e Brunswick Sour, divenne molto popolare durante il Proibizionismo perché il float di vino rosso mascherava i difetti del distillato di contrabbando usato come base alcolica.

A dispetto del nome, il New York Sour sembra essere originario di Chicago.
Guarda come si fa! Clicca qui!

NEW YORK SOUR
Il New York Sour rivisitato del Pinch di Milano

NEW YORK SOUR, LA RICETTA
Bicchiere:
Tumbler basso
Tecnica:
Shake and Strain con float di vino rosso
Ingredienti:
6 cl Rye o Bourbon whiskey
2,25 cl zucchero liquido
3 cl succo di limone
1,5 cl vino rosso
3 gocce di albume (facoltative)
Preparazione:
Unite tutti gli ingredienti -tranne il vino- in uno shaker riempito per tre quarti di ghiaccio. Shakerate finché non è gelato. Filtrate in un bicchiere old fashioned colmo di ghiaccio. Versate con cautela il vino sul dorso del bar spoon in modo che galleggi sulla superficie del drink.

eclissi new york sour
Eclissi

Eclissi, la rivisitazione del New York Sour di Mario Donald del Ruah

Bicchiere:
Tumbler basso
Tecnica:
Shake and Strain
Ingredienti:
15 ml sciroppo home made di black tea e gelsomino
30 ml succo di limone
30 ml cordiale di vino e bucce di arancia
37,5 ml Gin Nordés
Float di vino Primitivo
Preparazione:
Unite tutti gli ingredienti tranne il vino Primitivo in uno shaker e agitate finché non è gelato. Versate in un Tumbler basso con dentro un grosso cubetto di ghiaccio.
Terminate con un Float di vino rosso Primitivo infuso al drangoncello. Profumate con una vaporizzazione di bucce d’arance e vodka.