Nestlé, inaugurato l’istituto di ricerca sul packaging

Nestlé ha inaugurato l’Institute of Packaging Sciences, il primo del suo genere nell’industria alimentare. Il nuovo istituto consente a Nestlé di accelerare ulteriormente i propri sforzi per portare sul mercato soluzioni di imballaggio funzionali, sicure ed ecologiche e per affrontare la sfida globale dei rifiuti derivanti dagli imballaggi in plastica.

Il Nestlé Institute of Packaging Sciences si concentra su una serie di aree scientifiche e tecnologiche, come imballaggi ricaricabili o riutilizzabili, materiali di imballaggio semplificati, materiali di imballaggio riciclati, tipi di carta altamente performanti in termini di conservazione e sicurezza dei prodotti e materiali a base biologica, compostabili e biodegradabili.

Commentando l’inaugurazione, Sander Defruyt, New Plastics Economy Lead presso Ellen MacArthur Foundation, ha detto: “Nestlé è stata una delle prime aziende a firmare il New Plastics Economy Global Commitment, fissando obiettivi concreti per eliminare i rifiuti di plastica e l’inquinamento alla fonte. È bello vedere la più grande azienda mondiale di beni di consumo che ora sta aumentando il suo focus sulla ricerca e la capacità di realizzare queste ambizioni”.

Intervenendo all’inaugurazione, Mark Schneider, CEO di Nestlé, ha dichiarato: “La nostra visione è un mondo in cui nessuno dei nostri imballaggi finisca in discarica o nella raccolta indifferenziata. A tal fine, introduciamo soluzioni di imballaggio riutilizzabili e materiali di imballaggio ecologici all’avanguardia. Inoltre, sosteniamo lo sviluppo di infrastrutture di riciclo locali e schemi di deposito su cauzione per aiutare a costruire un mondo privo di rifiuti. Il Nestlé Institute of Packaging Sciences ci consente di creare una solida pipeline di soluzioni di imballaggio sostenibili per i prodotti Nestlé, in tutti i nostri business e mercati”.

Nestlé sta già facendo progressi in direzione dei suoi “impegni sul packaging al 2025” e ha lanciato nuove soluzioni di imballaggio. Ad esempio, esperti di imballaggi e fornitori Nestlé hanno sviluppato prodotti in imballaggi di carta riciclabile come il cacao in polvere Nesquik All Natural e la barretta YES! in meno di 12 mesi.

Stefan Palzer, CTO di Nestlé, ha rafforzato: “Ridurre i rifiuti di plastica e mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici attraverso la tecnologia e la progettazione all’avanguardia sono per noi una priorità. Gli esperti Nestlé stanno co-sviluppando e testando nuovi materiali e sistemi di imballaggio ecocompatibili insieme ai nostri centri di sviluppo, fornitori, istituti di ricerca e start-up. Situato presso le nostre strutture di ricerca Nestlé a Losanna, in Svizzera, l’Istituto sfrutta anche le nostre capacità di ricerca in materia di sicurezza alimentare, analisi e scienze alimentari”.

L’Istituto fa parte dell’importante divisione di ricerca dell’azienda, Nestlé Research, in Svizzera, ribadendo dunque l’impegno di Nestlé a rafforzare ulteriormente l’esclusivo ecosistema di innovazione svizzero.