Mosè Giordani, Rex: “La grappa è un elemento per colpire il pubblico”

La grappa sempre più protagonista, anche all’interno della mixology. Segnali positivi in tema grappa sono arrivati recentemente dalla sesta edizione della Florence Cocktail Week dove in diversi cocktail è stata usata come ingrediente principe, e con successo.

Un esempio su tutti è quello che racconta Mosè Giordani, bar manager del Rex di Firenze: “Al di là della FCW, mi piace usare la grappa per due motivi: in primis mi permette di proporre ai clienti qualcosa di diverso. Inoltre, è un prodotto che rappresenta la nostra tradizione, con aromi e note diverse a seconda delle vinacce e delle botti utilizzate e dal tipo di invecchiamento.

Un distillato, la grappa, che nonostante tutto resta tutt’oggi sottostimato tra i bartender perché è ancora forte il falso mito che sia un prodotto difficile da miscelare. “In realtà basta conoscerlo per creare rivisitazioni di classici capaci di colpire il pubblico”, aggiunge Giordani.