spirits

28 Novembre 2023

Pernod Ricard: con 207 Amaro Locale focus sul bohemian viveur

di Matteo Cioffi


Pernod Ricard: con 207 Amaro Locale focus sul bohemian viveur


Un valore aggiunto conferito dall’italianità del prodotto e dalla sua versatilità di gusto che lo svincola da forzature stagionali. Il tutto accompagnato dall’idea di instaurare un dialogo stretto con un target ovviamente amante di liquori e spirits, per nulla statico, ma in perenne movimento alla ricerca di nuove esperienze di gusto.

Pernod Ricard fonda su queste credenziali di partenza il lancio sul mercato di 207 Amaro Locale. Un nuovo brand che entra nel portafoglio della multinazionale il cui riferimento numerico contenuto nel naming ha una derivazione storica che riaffiora dal tredicesimo secolo.

La leggenda narra infatti che in quell’era storica, il frate Domenico Santucci importò esattamente 207 bulbi di zafferano dalla Spagna all’Italia, fermandosi e piantandoli nella sua città natale di Navelli, provincia dell’Aquila, dove oggi fiorisce appunto uno dei tesori locali, ovvero lo Zafferano dell’Aquila Dop.

Zafferano che domina il gusto di questo amaro che, a livello organolettico, si accompagna, all’olfatto, da note erbacee e fresche, mentre in bocca rilascia toni dolci che terminano con un finale balsamico. Per un pubblico curioso e che non si accontenta, ma esige si aspetta di essere piacevolmente sorpreso, guardandosi sempre intorno ed evitando di essere, appunto, stanziale. 

Alessia FerroAlessia Ferro

"Ci piace molto pensare 207 Amaro Locale per quel consumatore che abbiamo battezzato ‘bohemian viveur’ – rende noto Alessia Ferro, Head of Global Marketing After Meal & Aperitifs Pernod Ricard Italia -. Ci riferiamo a un individuo sempre in viaggio (fisico o più spirituale), alla ricerca di un luogo interiore dinamico, ma tradizionale, in particolare attraverso il cibo, il buon bere e la riconnessione con il saper fare italiano". 

La distribuzione di 207 Amaro Locale avrà il suo approdo principale nel fuori casa, facendo perno su alleanze con le numerose figure professionali operanti in questo canale.

"Al momento ci stiamo dedicando molto alla ristorazione con l’obiettivo di ingaggiare chef, sommelier e personale di sala, per dare quindi centralità al consumo a tavola con un amaro tradizionale che può essere consumato in tutte le stagioni, nel dopo pasto invernale, ma anche su una bella terrazza estiva in modalità ‘vita lenta’ o, perché no, miscelato con aromi stagionali per esaltare diverse note e profumi", spiega la manager della filiale italiana del gruppo. 

Che conclude: "Come Pernod Ricard Italia abbiamo già un canale preferenziale con i mixologist e quindi sappiamo che la creatività dietro al banco non mancherà. Abbiamo già assaggiato dei cocktail eccezionali a base di 207 Amaro Locale e siamo certi di catturare l’attenzione dei migliori bartender".

TAG: PERNOD RICARD,SPIRITS,207 AMARO LOCALE,ALESSIA FERRO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook Seguici su Instagram

Oppure rimani sempre aggiornato sul mondo del fuori casa iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

12/07/2024

Meno del 10% delle imprese italiane della ristorazione utilizza un sistema di ordini e pagamenti integrato a supporto del proprio business. L'obiettivo è ridurre tempi di attesa e...

12/07/2024

Obiettivo whisk(e)y, o whisky. Comunque lo vogliate chiamare sarà lui il protagonista del Bar Convent Berlin 2024, la manifestazione in programma nella capitale tedesca dal 14 al 16 ottobre...

11/07/2024

I consumi di vino negli Stati Uniti stentano a ripartire: il saldo tendenziale dei primi cinque mesi del 2024 basato sugli ordini dei magazzini da parte di Horeca e grande distribuzione segna un -8%...

11/07/2024

Il Pulp & Purple di Omar Vesentini, proprietario dell’Hemingway Cocktail Bar di Como, è il miglior signature cocktail della quinta edizione della Como Lake Cocktail Week. Il bartender ha...

 


Una soluzione di filtrazione ad alte prestazioni in grado di soddisfare le esigenze principali nelle cucine professionali quando si parla di vapore e lavaggio. Si chiama BRITA...


Intelligente e interconnesso, capace di assicurare non solo una protezione ottimale delle macchine da caffè, ma anche una qualità costante in tazza e un servizio più efficiente. Sono i 'plus'...


Iscriviti alla newsletter!

I PIÙ LETTI

È andata all'amaro Amara la medaglia d'oro della Spirits Selection del Concours Mondial de Bruxelles: il riconoscimento, ottenuto a due anni di distanza da quello al World Liqueur Awards, è frutto...


I VIDEO CORSI







I LUNEDÌ DI MIXER

Si sente spesso dire che tra gli ingredienti fondamentali per il successo di un pubblico esercizio ce n’è uno non certo facile da reperire: l’esperienza. Se è così, allora Tripstillery va sul...


Altro che Roma e Milano: i cocktail bar piacciono e funzionano anche in piazze lontane dai circuiti classici dei grandi centri urbani e delle località turistiche famose. La prova più eclatante è...


Dal 2001 Christian Sciglio e Guido Spinello si sono dati una missione: far vivere un’esperienza autentica di una casa del Sud Italia, e precisamente siciliana, accogliendo al meglio i clienti nel...


Quanto ne sappiamo noi italiani di grappa? Troppo poco, a giudizio di Leonardo Pinto di Grappa Revolution, che in questa puntata de Il Lunedì di Mixer ci spiega come viene definito – in base...


In qualsiasi drink list che si rispetti è indispensabile inserire dei cocktail analcolici, così da rispondere alle attese di chi per motivi religiosi, di salute, culturali o semplicemente perché...



Quine srl

Direzione, amministrazione, redazione, pubblicità

Tel. +39 02 864105 | Fax +39 02 72016740 | P.I.: 13002100157

©2024 - Tutti i diritti riservati - Responsabile della protezione dati: dpo@lswr.it
Privacy Policy

Top