Michela Coppa: Tokyo Mule, vincente twist con il sakè FOTO

Michela Coppa non ha dubbi: il Tokyo Mule è un vincente twist con il sakè. Ed è un cocktail che può incrementare il business facendo leva sul fascino dei clienti per l’Oriente.

Oltre al ritorno in voga della territorialità, e quindi delle ricette e dei prodotti tipici del luogo, in cucina e nella mixability ormai da anni si guarda a Oriente per ispirarsi e proporre piatti e drink originali e caratterizzanti nel segno della contemporaneità. E la showgirl Michela Coppa, per quasi otto anni conduttrice con Davide Mengacci di Ricette all’italiana (il popolare programma di cucina di Rete 4 che va alla scoperta delle località più belle d’Italia tra unicità gastronomiche e culturali oggi guidato da Mengacci e Flora Canto), osserva: “Trovo vincente l’idea di guardare a Oriente per creare signature originali e insoliti twist nel segno della contemporaneità, territorialità e tipicità”.

Se ti dico …cocktail?
Non sono una grande bevitrice, ma ogni tanto mi piace viziarmi con un drink! Non amo i cocktail molto alcolici, però, e adoro lo zenzero -che uso anche in cucina-, per questo ho una predilezione particolare per il Moscow Mule e, soprattutto, per il Tokyo Mule, il twist con il sakè.

Michela Coppa foto michele-gabelli-2

Immagine 1 di 6

Foto di Michele Gabelli

Secondo te il Tokyo Mule potrebbe essere replicato con successo?
Sì, il Tokyo Mule è un drink particolare che può aiutare i cocktail bar a caratterizzarsi come unici e interculturali.

Come vedi la miscelazione oggi?
Si è ibridizzata ed è diventata sempre più connessa alla cucina.

Parliamo di vino: bianco, rosso o bollicine?
Io amo le bollicine, metodo classico: dal Franciacorta al Trento DOC.

Una curiosità: ti ricordi la tua prima sbronza?
Certo. A 16 anni, in pizzeria con i miei amici. Per la prima volta nella mia vita, ho ordinato una birra. Che botta! Sono tornata a casa barcollando!