McDonald’s: al via in Usa servizio ai tavoli e pagamenti con la app

McDonald’s Usa ha deciso di aggiornare i propri locali con self-service kiosk, pagamenti da mobile, menu “intelligenti” su touch screen, panini personalizzati e soprattutto servizio al tavolo. A darne notizia è il sito de La repubblica da cui si apprende anche che la multinazionale ha deciso di aumentare l’impegno a utilizzare ingredienti più sani. Prova ne è che Usa McDonald’s è passato al pollo da allevati senza antibiotici, ha sostituito la margarina con il burro per gli Egg McMuffin, e ha rinunciato allo zucchero, preferendogli lo sciroppo di mais per il pane da hamburger. Con la promessa per il prossimo futuro di usare solo uova di galline allevate a terra anzi che in gabbia.

Alcuni locali-pilota daranno la possibilità di ordinare da mobile dalla prima metà del 2017 per poi arrivare alla fase finale del progetto nella seconda metà dell’anno quando in ogni McDonald’s sarà possibile non solo ordinare ma anche pagare con lo smartphone (e fino a 25 mila ristoranti in tutto il mondo potrebbero rendere disponibile il servizio entro il 2018). Infatti la funzione “ordina” e “paga” sarà aggiunta alla App della catena, che al momento è stata scaricata da più di 16 milioni di utenti.

Il costo di installazione dei self-service kiosk – riporta ancora La Repubblica – è calcolato tra i 50 e i 60 mila dollari, ma la società è disposta a dare contributi in denaro o tramite finanziamenti. Peraltro ha assicurato che non ci sarà una diminuzione di personale perché chi prima aveva il compito di prendere gli ordini e stare alla cassa, sarà impiegato ad aiutare i clienti “non tecnologici” ad usare i kiosk e a servire il cibo ai tavoli. E se si considera che a Londra, da quando il cambiamento è in atto, le vendite sono cresciute dell’8%, ci sono possibilità di convincere gli affiliati.