Lo spuntino? Per gli italiani deve essere salato, sano e poco calorico

Lo spuntino perfetto per gli italiani deve essere salato, sano e poco calorico. Preferibilmente a buon prezzo e di stagione. E’ quanto emerge da una ricerca del marketplace della spesa online Everli, comunicata in occasione della ripresa delle attività a settembre dopo il rientro dalle ferie estive.

In testa alle preferenze degli italiani in fatto di spuntini spiccano frutta e verdura, seguiti da cracker, gallette, taralli e dallo yogurt. Quasi un italiano su due preferisce il salato al dolce (34%), mentre solo il 20% dichiara di preferire uno snack alla frutta. L’Emilia Romagna è la regione più amante degli snack in Italia.

In generale, 9 italiani su 10 non riescono a fare a meno di un piccolo spuntino fuori pasto, consumandone fino a tre al giorno. Nell’ultimo anno si registra un incremento del 10% su base annua per la spesa di prodotti appartenenti a questa categoria.

Lo studio, realizzato sugli ordini effettuati sul sito e via app nell’ultimo anno, dimostra (non sorprendentemente, a dire il vero) che gli intervistati concentrano i loro spuntini quotidiani principalmente a metà pomeriggio (58%) e a metà mattina (38%).

Dai dati rilevati risulta che solo il 10% fa uno spuntino su consiglio del proprio medico o nutrizionista, mentre l’8% lo fa per ricaricarsi prima e dopo l’attività fisica. Infine le pause fuori pasto sono un momento irrinunciabile soprattutto per le donne, il 75% delle quali dichiara di non poter rinunciare a uno snack, sia dolce che salato.