Legge antisprechi, in un anno +20% delle donazioni di cibo

Con l’entrata in vigore della legge 166 contro gli sprechi alimentari, che ha introdotto una semplificazione delle procedure, il sistema delle donazioni certificate ha registrato un aumento del 20% nell’ultimo anno. Lo ha riferito la deputata del Pd Maria Chiara Gadda, prima firmataria del provvedimento, intervenuta all’incontro organizzato da Codacons sullo spreco di cibo lungo tutta la filiera dal campo alla tavola.

“E’ una legge giovane, entrata in vigore il 14 settembre del 2016 che deve essere conosciuta e spiegata – ha detto Gadda – ma i risultati sono positivi sia dal punto di vista quantitativo, con un incremento delle donazioni del 20% certificato da donatori e associazioni di volontariato, ma anche qualitativo sulla tipologia dei prodotti recuperati“.

Prima dell’entrata in vigore della legge, infatti, si recuperavano per lo più prodotti a lunga conservazione, più facili da gestire avendo una vita più lunga a disposizione; ora invece si riutilizzano quelli cotti altamente deperibili ma anche tanta ortofrutta. “Ci sono dei progetti molto virtuosi che riguardano i grandi mercati dell’ortofrutta – ha ricordato la deputata – piuttosto che donazioni avvenute nei luoghi di divertimento, dalle nave da crociere ai grandi eventi sportivi”.