La stima di Npd Group: nel 2022 l’out-of-home a +30%

Buone notizie in arrivo per i consumi dell’out-of-home nel corso del 2022. Le stime rilasciate da The Npd Group lasciano ben sperare: l’anno appena iniziato si prepara a marciare a ritmi di crescita superiori al 30% rispetto al 2021.

E questo vale per entrambi gli indicatori chiave che misurano il settore: le visite dovrebbero infatti segnare un incremento del 33,9%, mentre la spesa si candida a registrare un allungo del 33,2%.

Complessivamente il mercato potrebbe così raggiungere un giro d’affari pari a 62 miliardi di euro, cifra che rappresenta un significativo recupero rispetto alle perdite accusate durante i due anni pandemici, ovvero nel corso del 2020 e del 2021. Ma che al contempo segna ancora un significativo gap rispetto al 2019: all’appello mancherebbero infatti ancora 2 miliardi di euro.

Intanto, passando dalle previsioni ai dati concreti, il fuoricasa incamera un risultato più che positivo. I primi 9 mesi dell’anno attestano infatti un trend di ripresa in grado di far avvicinare gli attuali livelli di spesa a quelli pre-pandemici. Tradotto in numeri, significa che si è già incassato il 72% della spesa registrata, prima del Covid, nel periodo che termina ad ottobre.