Green Pass, quanta confusione!

Le infinite polemiche sull’uso del green pass sembrano destinate ad acuirsi ulteriormente. Al chi deve controllare cosa adesso segue una prima ricognizione nelle attività sparse in alcune delle più grandi città della penisola, tra Roma, Milano, Torino e Napoli. Il video pubblicato poche ore fa da Repubblica e girato da Maurizio Bosio, Camilla Romana Bruno, Anna Laura De Rosa, Andrea Lattanzi e Luca Pellegrini, mette subito in risalto quanta confusione ci sia tra gli addetti ai lavori oltre a rimarcare una certa noncuranza.

C’è chi si fida ciecamente della parola del cliente perché magari contrario all’uso del certificato verde, chi invece si mostra più pignolo e chiede anche la carta d’identità per accertarsi che la persona e l’intestatario del documento coincidano. Alla fine le telecamere nascoste evidenziano quanta approssimazione regni nell’ambiente, e vien da pensare che a ben poco siano serviti i più recenti chiarimenti diffusi con una circolare dal Viminale.

In un bar del meridione c’è persino chi ammette candidamente di non conoscere neppure l’esistenza di un’app per verificare la validità dei green pass dei clienti. Cosa ci si dovrà aspettare in un prossimo futuro? Questa normativa produrrà gli effetti sperati? Al momento pare che le cose procedano in maniera piuttosto casuale e che tanti preferiscano seguire le proprie “regole” trincerandosi dietro veri o presunti fraintendimenti.