Gnammo e Libera, un menù per contrastare le mafie

La cucina può contrastare le mafie. In quest’ottica si inserisce la partnership fra Libera, coordinamento di associazioni contro le mafie, e Gnammo, il maggiore portale italiano di social eating. Le due realtà, infatti, daranno vita a una serie di eventi culinari in tutta Italia dal 12 al 31 ottobre, riuniti sotto il nome di Venti Liberi. Il portale, dedicato alla ristorazione e agli eventi conviviali casalinghi, sostiene la raccolta fondi per il ventennale dell’associazione, lanciando una call per organizzare eventi presso le proprie abitazioni con menu che prevedano gli spaghetti Libera, prodotti con il grano coltivato nei terreni confiscati alle mafie. I pasti “social” verranno organizzati in tutta Italia e potranno prevedere la partecipazione di un membro del gruppo territoriale di Libera. Tutti gli eventi in programma sono pubblicati sulla pagina web della rassegna.
Chi organizza gli eventi, può decidere di offrire parte del ricavato all’associazione; dal canto suo, Gnammo abbatte il costo della sua commissione.