Francesca Piccinini: Camerieri e barman, la differenza la fa il sorriso

Per Francesca Piccinini non esiste un solo stile vincente: frequenta con lo stesso piacere trattorie, pizzerie, ristoranti chic ed etnici. Perché, salvo rari casi, a determinare la scelta del tipo di locale sono la compagnia e la situazione. Ma c’è una cosa che non tollera: il servizio scortese. Amante della buona cucina, per Francesca Piccinini il cibo rappresenta un modo per conoscere il territorio e la storia del luogo, nonché un’opportunità di sperimentare nuovi sapori e abbinamenti.
Continua il nostro viaggio alla scoperta dei gusti dei Vip con l’ex capitano della Nazionale Volley, da questa stagione nella Igor Novara. Ecco un paio di consigli della pallavolista più celebre d’Italia.

Francesca Piccinini
Foto di Alessandro Carra

Per restare in forma a tavola fai delle rinunce?
No, perché in palestra brucio molte calorie. Non ho un nutrizionista e non seguo una dieta: semplicemente, mangio di tutto senza mai esagerare. E quando ogni tanto mi lascio andare, il giorno successivo sto più attenta.

Stando alle foto sul tuo profilo Instagram, pare che ti piacciano anche birra e vino…
Assolutamente sì! A cena bevo quasi sempre un bicchiere di vino o una birra. Non credo nella privazione, ma nella misura.

Che tipo di ristorante prediligi?
Dipende dalla compagnia e dalla situazione.

piccinini2C’è qualcosa che proprio non sopporti al ristorante?
La scortesia. Per me, è meno grave una pasta con poco sale o leggermente scotta di un servizio maleducato o inospitale. Perché sbagliare è umano, mentre l’approccio è questione di attitudine e di educazione. E al ristorante pretendo gentilezza e cortesia.

Nei tuoi viaggi ti se mai imbattuta in qualche idea da copiare, in tema di ristoranti?
No. La verità? Da nessuna parte si mangia bene come in Italia. Io, per esempio, ogni tanto vado al ristorante giapponese, ma dopo un mese in Giappone non vedevo l’ora di tornare a casa…

Un indirizzo del cuore?
A Bergamo sono affezionata all’ Oktoberfest Stube, mentre qui a Novara ho appena provato il Cannavacciuolo Café & Bistrot di Antonino Cannavacciuolo: delizioso.