Fast food: anche Google investe nel robot che prepara 400 hamburger l’ora

La startup americana Momentum Machines si è appena assicurata 18 milioni di dollari di finanziamenti per il suo nuovo progetto: rimpiazzare la forza lavoro nelle cucine dei fast food con dei robot. A testimonianza della serietà del progetto – di cui dà notizia il sito Dday.it – c’è anche Google Ventures, che figura tra i principali investitori.

Momentum Machines ha presentato un robot nel 2012 in grado di preparare ed assemblare 400 hamburger l’ora. Nello specifico, si tratta di una macchina pienamente autonoma, che riesce ad affettare, grigliare, inserire le guarnizioni ed imbustare i panini, pronti per il cliente. Sebbene questa macchina elimini in prospettiva la necessità di cuochi “umani”, almeno al momento sarebbe ancora necessario l’impiego di personale per la distribuzione e la gestione del locale.

Ed è proprio su questa idea che la startup si è posta un nuovo obiettivo nel giugno dello scorso anno: aprire il suo primo locale senza personale in cucina nella città di San Francisco. Il manifesto pubblicitario del 680 Folsom, questo il nome del locale, sottolinea come venga tutto preparato al momento.