Fase 3: i giochi sono fatti

Il gioco riparte. Dopo oltre tre mesi di lockdown e solo in seguito a tutte le altre attività economiche, commerciali e produttive, è ripresa anche la raccolta dei giochi pubblici, sia all’interno degli esercizi generalisti che nei locali specializzati, come sale slot e vlt, sale bingo e agenzie di scommesse.
Dopo la pubblicazione del decreto del presidente del consiglio Giuseppe Conte dello scorso giugno, insieme alle partite di calcio sono ripartiti anche i giochi. Sia pure in maniera difforme sull’intero territorio nazionale visto che, come avvenuto per altre aperture, il governo ha delegato la regolamentazione della ripartenza alle Regioni. Con la conseguenza che ognuno ha intrapreso una strada diversa: dall’apertura immediata, a partire dal 15 giugno, di circa 15 regioni, mentre in alcuni casi si è dovuto attendere il mese di luglio: come nel Lazio, dove si è riaperto dal primo, o il Trentino dove si è arrivati addirittura al 14. Ma oltre alle regioni, anche l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con una determinazione direttoriale firmata dal direttore generale Marcello Minenna, ha stabilito i “suoi” criteri per la ripartenza e, soprattutto, quelli relativi alle sanzioni da corrispondere a chi non rispetta le regole di sicurezza stabilite per l’occasione.
Oltre a precisare che “la raccolta di tutti i giochi pubblici nelle sale e negli esercizi è consentita a seguito dell’adozione, secondo quanto previsto dalla normativa vigente, dei provvedimenti delle Regioni e delle Province autonome di cui al Dpcm 11 giugno 2020”, la determinazione del direttore di AdM prevede che: “Nell’ambito delle attività di controllo sul gioco pubblico, le Direzioni territoriali dell’Agenzia assicurano anche il rispetto delle misure di contenimento e di prevenzione indicate dai protocolli adottati dalle Regioni e dalle Province autonome, applicando le misure previste dal Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33”.
Le modalità di prevenzione previste dall’Agenzia e per le quali vengono condotte ispezioni riguardano vari aspetti: dalla capienza delle sale ai percorsi di entrata ed uscita separati, dalla verifica della temperatura all’ingresso alla distanza lineare di almeno 1 metro fra gli utenti e fra le postazioni dei lavoratori a contatto con l’utenza, senza dimenticare pulizia degli apparecchi al termine di ogni utilizzo e adeguatezza della ventilazione e degli impianti di areazione. Le sanzioni riguardano ogni tipo di violazione connessa al piano anti-Covid: dal mancato rispetto della capienza delle sale, a quello delle mascherine, del gel igienizzante o di altri dispositivi di protezione, sia da parte del personale che degli avventori. Oltre alla mancata creazione di percorsi di ingresso e uscita, dell’utilizzo dei cartelli informativi, della distanza di sicurezza o della misurazione della temperatura.
Nel caso di prima violazione è prevista una semplice diffida al rispetto della misura, fino ad arrivare alla sospensione di un giorno dell’attività in caso di seconda violazione e fino a 5 giorni nel caso di una terza violazione.
Ma non è tutto. Sì, perché con un ulteriore provvedimento per la piena riattivazione delle attività di gioco, l’Agenzia ha stabilito anche il rinvio a breve termine della riapertura di alcuni specifici procedimenti. In particolare, “in relazione alla sospensione della maturazione della base imponibile forfetaria del Preu sugli apparecchi da intrattenimento di cui all’articolo 110, comma 6, lett. a) del Tulps precedentemente posti in manutenzione straordinaria”, si legge nella circolare, “si rammenta che la connessione dell’apparecchio alla rete telematica e la trasmissione al sistema di controllo Awp della prima lettura valida di contatori decreta il termine dell’intervento di manutenzione straordinaria e della sospensione della maturazione del Preu”. Ricordando anche che “ove non sia possibile procedere alla suddetta lettura per effetto di un danneggiamento, l’apparecchio, essendo in stato di manutenzione, non maturerà il Preu”. Fermo restando che, ove il funzionamento dell’apparecchio non possa essere ripristinato nell’ambito della manutenzione stessa, devono ritenersi applicabili le ordinarie disposizioni relative alle modalità di determinazione del Preu per il periodo precedente alla sospensione, decorrente dall’ultima lettura trasmessa. “Sino a nuova e diversa comunicazione il superamento del termine previsto con riferimento alla durata dell’intervento di manutenzione non è valutato ai fini del rispetto del relativo livello di servizio”.

SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO
Misure di contenimento e prevenzione previste dal protocollo di sicurezza o dalle linee guida applicabili all’esercizio oggetto di controllo

Capienza delle sale
1ª VIOLAZIONE: Diffida al rispetto della misura
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione fino a un massimo di 5 giorni

Utilizzo mascherine, gel igienizzante o altri dispositivi di protezione, ove previsti, da parte del personale
1ª VIOLAZIONE: Diffida al rispetto della misura
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione fino a un massimo di 5 giorni

Utilizzo mascherine da parte dell’utenza quando non è possibile rispettare la distanza interpersonale
1ª VIOLAZIONE: Diffida al rispetto della misura
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione fino a un massimo di 5 giorni

Percorsi di entrata ed uscita separati o con percorsi ben individuati
1ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere entro 24 ore
2ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere con obbligo di Sospensione fino all’effettivo adempimento da verificarsi da parte dell’Ufficio
DALLA 3ª VIOLAZIONE:Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Presenza di gel igienizzante all’ingresso o nella sala
1ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere entro 24 ore;
2ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere con obbligo di Sospensione fino all’effettivo adempimento da verificarsi da parte dell’Ufficio
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Presenza di cartellonistica informativa
1ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere entro 48 ore
2ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere con obbligo di sospensione fino all’effettivo adempimento da verificarsi da parte dell’Ufficio
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Verifica della temperatura all’ingresso, ove l’obbligo sia previsto nel protocollo o nelle linee guida
1ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere entro 24 ore
2ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere con obbligo di Sospensione fino all’effettivo adempimento da verificarsi da parte dell’Ufficio
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Distanza lineare di almeno 1 metro fra gli utenti
1ª VIOLAZIONE: Diffida con invito alle persone ad attenersi alle regole di distanziamento
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione fino a un massimo di 5 giorni

Distanza lineare di almeno 1 metro fra le postazioni dei lavoratori a contatto con l’utenza
1ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere alla riorganizzazione delle postazioni entro entro 24 ore
2ª VIOLAZIONE: Diffida ed invito a provvedere con obbligo di Sospensione fino all’effettivo adempimento da verificarsi da parte dell’Ufficio
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Pulizia degli apparecchi al termine di ogni utilizzo di Awp, Vlt, terminali self service, schermi touch, tastiere, mouse, distributori automatici
1ª VIOLAZIONE: Diffida al rispetto della misura
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione fino a un massimo di 5 giorni

Adeguatezza della ventilazione e degli impianti di areazione secondo le indicazioni delle Regioni
1ª VIOLAZIONE: Diffida e obbligo di adeguamento
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Mancato rispetto di altre prescrizioni previste nel protocollo e nelle linee guida applicabili all’esercizio oggetto di controllo
1ª VIOLAZIONE: Diffida e obbligo di adeguamento
2ª VIOLAZIONE: Sospensione di 1 giorno
DALLA 3ª VIOLAZIONE: Sospensione per 3 giorni ed invito a provvedere entro il termine concesso

Violazioni delle prescrizioni dei protocollo e delle linee guida ritenute di particolare gravità in relazione all’entità e alla natura delle stesse
Sospensione fino ad un massimo di 5 giorni

GiocoNews e il quotidiano online GiocoNews.it rappresentano il network di riferimento per l’industria del gioco pubblico. Il prodotto cartaceo, distribuito in tutte le aziende del settore in Italia e nei principali centri di gioco italiani e dei territori limitrofi, è lo strumento di approfondimento delle più importati tematiche di business, politica, economia, ma anche di costume, società e life style. L’ultimo nato nella famiglia di GiocoNews è il quotidiano del giocatore www.GiocoNewsPlayer.it dove puoi trovare anche il localizzatore degli ambienti di gioco!