Europei a confronto: navigare con un’app tra usi e trend alimentari

Sapevate che è la Spagna – con un consumo pro-capite di 4,4 Kg – ad aggiudicarsi il primato per consumo giornaliero di cibo e bevande e che a ruota seguono Danimarca (3,61 Kg) e Germania (3,45 Kg)? E avreste mai immaginato che l’Italia, con un consumo di 2,17 Kg, si posiziona soltanto al quindicesimo posto, con valori vicini a Slovenia (2,13 Kg) e Estonia (2,05 Kg). Ma nello specifico, come imbandiamo le nostre tavole?

A raccontarcelo è l’applicazione “Quanto sei Europeo?” by Qlik®.

Navigando l’app, si scopre anche che gli europei (e gli italiani sono perfettamente in linea con questo trend) prediligono la carne rispetto al pesce (vengono consumati giornalmente 3.108 kg di carne contro 527 kg di pesce). Sul versante frutta e verdura è la Spagna a rivelarsi il Paese più salutista, seguito (ed è una bella sorpresa!) dalla Polonia. Noi italiani ci facciamo meno onore: siamo al terzo posto per consumo di verdure e al quinto (superati da sloveni e austriaci) in quello di frutta.

Per quanto riguarda invece le bevande alcoliche, i dati sono più in linea con le aspettative: i più appassionati a drink e birra sembrano infatti gli abitanti della Repubblica Ceca, con valori superiori ai 430,00 ml giornalieri, seguiti da irlandesi (372,05 ml), inglesi (313,8 ml) e danesi (299,72 ml). I Paesi più sobri invece sono Ungheria, Lituania e Slovenia, rispettivamente con consumi di 70 ml, 69 ml e 55 ml.

L’app Qlik mostra anche quanto spendiamo: in Italia il prezzo medio per un cappuccino è di 1,50 Euro, mentre in Paesi come Cipro, Svezia, Finlandia, Inghilterra e Grecia il prezzo sale a 3,50 Euro, e in Danimarca si arriva a pagare anche 4,50 Euro. E la Danimarca è anche il Paese più caro in fatto di ristoranti: una cena per due ha un costo medio di 71,5 Euro. All’estremo opposto c’è la Polonia dove una cena non supera i 20 Euro.