Dopo Starbucks, anche Dunkin’ Donuts testa il mobile ordering

    Starbucks ha fatto da pioniere, lanciando a dicembre del 2014 il sistema di Mobile Order & Pay negli Usa e più recentemente testandolo anche in Uk. Il gigante americano ha insomma aperto una strada che ora viene intrapresa anche da Dunkin’ Donuts, pronto a sperimentare un sistema di ordinazione e pagamento online per i membri del suo loyalty club a Portland, nel Maine. L’intenzione già dichiarata però è di estendere il servizio in tutto il Paese nel 2016. Attualmente la fase di test – racconta il sito ispirablog – permette ai membri del DD Perks rewards program con iOS smartphones nella città statunitense di scaricare la app Dunkin’ Donuts On-the-Go Ordering che può essere collegata alle rispettive loyalty card per il pagamento e l’accumulo di punti. Gli utenti possono in tal modo saltare la fila nelle location Dunkin’ Donuts recandosi direttamente all’apposito pick-up counter o drive thru. La app permette inoltre di effettuare gli ordini fino a 24 ore prima, e quindi confermarli sempre attraverso la applicazione quando i clienti si trovano nelle vicinanze del ristorante scelto per il ritiro del loro ordine. Inizialmente gli user potranno ordinare solo gli articoli del menu disponibili negli Usa, ma in futuro l’azienda ha dichiarato che verranno offerte proposte nuove e dedicate solo a chi ordina online.

    Il sistema sembra del resto promettere ritorni importanti: Nigel Travis, presidente e ceo del Gruppo, ha infatti previsto che il roll out di ordinazione e pagamento mobile si diffonderà rapidamente promuovendo il fattore “comodità” associato alla catena.