Discoteche, palestre, cinema e teatri: via alle domande di contributo

A partire dal 2 dicembre e fino al 21 dicembre 2021, le attività rimaste chiuse durante l’emergenza Covid – discoteche, sale da ballo, palestre, cinema e teatri – potranno richiedere all’Agenzia delle Entrate i contributi a fondo perduto previsti dal decreto Sostegni bis.

Lo strumento speciale, diventato operativo con decreto del ministro Giorgetti, mette a disposizione 140 milioni di euro per supportare quelle categorie e attività rimaste chiuse a causa delle misure restrittive adottate durante la pandemia.

Tutte le attività ammesse alla misura potranno ricevere fino a 12 mila euro, mentre per le discoteche e le sale da ballo il contributo può aumentare fino a 37 mila euro in considerazione della quota di 20 milioni di euro dedicata appositamente nel fondo istituito dal Ministero.

Queste risorse sono da considerarsi aggiuntive rispetto ai contributi già previsti per le attività d’impresa e professioni nei decreti Ristori e Sostegni.