Diemme Caffè fa 90

Leggenda narra che il fondatore della torrefazione padovana Diemme Industrie Caffè Torrefatti, Romeo Dubbini, girando tra le calli di Venezia per caffetterie fu folgorato dalla fragranza del caffè crudo appena tostato, a tal punto che si innamorò della professione.

A raccontare l`excursus imprenditoriale che portò suo nonno ad aprire nel 1927 l`attività inizialmente insieme Mario Malagoli (Dubbini e Malagoli, da qui l`acronimo Diemme), è Gianandrea Dubbini, quarantaseienne Presidente dall`omonimo gruppo, minore dei tre figli di Giulio e dal `97 al timone dell`azienda insieme ai fratelli Sebastiano e Federico: «Fu mio padre a trasformare l`impresa di famiglia in un moderno complesso industriale per la produzione di caffè di eccellenza e oggi festeggiamo con soddisfazione i 90 anni dalla fondazione». Il 24 settembre, oltre alla visita al Centro Diemme di Via Battaglia a Albignasego (Pd), sede polo commerciale, direzionale, con una di produzione 1.200 tonnellate di caffè per anno (e 5000 di capacità), operatori, clienti e cittadini hanno potuto assistere a un contest di Latte Art, che ha avuto come giudici di eccezione il consulente del caffè Andrea Lattuada, il campione italiano Sigep 2017 Matteo Beluffi e il barman Davide Cavaglieri che ha visto tra i partecipanti numerosi clienti di Diemme. E dopo una giornata di assaggi ha decretato nel pomeriggio ha decretato l`ordine dei vincitori: 1) il ventiduenne Gabriele Pezzaioli di Checchi Cafè & Bakery di Brescia; 2) Sara Stocco de L’Autostop di Bolzano Vicentino (Vi); 3) Simone Ferretti di Caffè Riviera di Montecatini Terme (PT). A patrocinare la competizione sono intervenuti diversi sponsor: MixerPlanet che ha presidiato l`evento come media Partner, Nuova Simonelli, Brita, Granarolo, PulyCAFF, Hangar78, Fiorenzato e De Vecchi Giuseppe.

Parallelamente, nella sala conferenze adiacente al laboratorio di formazione che Diemme mette a disposizione dei suoi clienti e partner, si è svolta una sessione di seminari con protagonisti del calibro del campione del mondo di pasticceria Leonardo Di Carlo che con la sua verve da showman consumato, nel suo evento “la Pasticceria che si evolve” ha seriamente messo l`accento sulla svolta salutistica in corso in questa branca dell`arte culinaria: esortando gli operatori impegnarsi tecnicamente per sperimentare nuovi ingredienti come i latti speciali, nell`ultimo anno in crescita nelle del 20%, od assecondando per esempio a domanda di produzione gluten free, comparto in crescita del 75%.

“Anche nell`ambito della pasticceria artigianale che, non smetterò ma di dirlo deve anticipare i trend industriali –ha precisato il Maestro- attraverso la formazione e la ricerca degli ingredienti, oggi sono richieste preparazioni con meno grassi e più fibre”.

A seguire, “Quando l`acqua fa la differenza”, il seminario dell`esperto Andrea Infanti di Brita che in termini tecnici, ha messo in evidenza l`importanza dell`acqua nella preparazione del caffè. Conoscere l`acqua per esempio è importante per capire come trattare la miscela o la monorigine che si è deciso di estrarre per farne un caffé. La sua purezza, la sua durezza e lesostanze chimiche presenti al suo interno determinano le caratteristiche e la qualità organolettica dell`estratto-caffè con un`incidenza pari all`88-90% della composizione della bevanda:“Per avere un buon espresso –ha detto Andrea Infanti – bisogna ridurre le sostanze ossidanti che, come il cloro, incidono negativamente sul gusto del caffè, gusto che invece acquista maggior pregio a fronte di un certo quantitativo di sali, l`elemento con cui madre natura arricchisce l`acqua”.

L`argomento della qualità del caffè è stato ripreso anche nell`ultimo speech di Andrea Lattuada intitolato “We Love Coffee”. Un argomento da sempre caro alla famiglia Dubbini che sotto l`insegna Caffè Diemme, di Diemme Industria Caffè Torrefatti, propone in grani i prodotti Super, Bar Prestigio e Aromatica. Si tratta tre blend studiati nei minimi particolari per quanto riguarda la composizione delle origini e la tostatura con lo scopo di ottenere profili aromatici ricercati.

Di categoria superiore sono le singole origini e le miscele prodotte sotto il marchio Gli Speciali Diemme, per una varietà di prodotti disponibili in piccoli quantitativi e connotati da una forte territorialità per esprimere l`affinità con i coltivatori della filiera. Mentre con l`insegna Torrefazione Dubbini, il torrefattore si dedica esclusivamente alle pasticcerie artigianali italiane, grazie a una gamma il cui fiore all`occhiello è rappresentato da Caffè Superiore, il blend per espresso (85% arabica 15% robusta) composto da 5 monorigini singolarmente tostate.

Circa due anni fa il Gruppo Dubini ha inaugurato a Padova Caffè Diemme Italian Attitude. Il locale è situato in Prato della Valle, la maggiore piazza-giadino della città (oltre 88.000 mq) e condensa tutta la filosofia della torrefazione, laddove tra le prime mission vi è la diffusione del caffè: il cliente del locale supportato da personale formato, può infatti crearsi la sua miscela personale, acquistando più porzioni di caffè in grani riposte in sacchetti termosaldati e macinandone il contenuto in loco. “Al momento -ha anticipato il Presidente di Diemme Gianandrea Dubbini possiamo dire che sono previste due aperture all`estero, in Grecia e in Israele, dove è alto l`interesse per la cultura del caffè espresso”. Per la gestione diretta di questa insegna è stata creata la Dxp srl. ma l`attitudine per il mondo della ristorazione è da tempo espressa da Gruppo Dubbini che oltre a Diemme Industrie Caffè Torrefatti, annovera tra le partecipazioni, L`albero del Gusto, compagine che gestisce già da tempo numerosi punti di vendita (caffetterie, ristoranti, pizzerie e bar).