Dalla Corte, con Mina il controllo preciso del profilo di flusso

Mina, la nuova macchina espresso a un gruppo Dalla Corte, permette di personalizzare ogni fase dell’estrazione. Come? Lo mostra un’animazione che rivela i particolari più importanti del suo funzionamento.

filmato-mina_3A cominciare da una tecnologia esclusiva, il DFR (Digital Flow Regulation) che gestisce elettronicamente il flusso dell’acqua. La sua regolazione avviene attraverso un’apposita app: dallo smartphone è possibile impostare tutti i parametri della macchina, dalla temperatura alla quantità d’acqua per ogni fase dell’estrazione. Muovendo la leva il barista ha quindi a disposizione 5 step di regolazione del flusso. Il primo è a zero bar: poche gocce bagnano il caffè e lo preparano all’infusione con gli step successivi, fino ad arrivare a 9 bar con la leva del tutto abbassata.

La tazzina perfetta? La decide il barista: una volta impostati i parametri li potrà replicare ogni volta che desidera.