Coca-Cola sempre più ecosostenibile

Integrare la sostenibilità in ogni aspetto del business è l’impegno su cui si sono concentrati gli investimenti di Coca-Cola HBC Italia, il principale imbottigliatore di prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale: in Italia sono oltre 130 i milioni di euro impiegati negli ultimi anni in progetti d’innovazione industriale e di packaging per accelerare la transizione verso un’economia sempre più circolare.

È quanto emerge dal diciottesimo Rapporto di Sostenibilità dell’azienda dal titolo “Da 100% rPET a net ZERO”, revisionato da Deloitte & Touche e redatto secondo i parametri di rendicontazione internazionale più avanzati del GRI Standards (Global Reporting Initiative).

Oltre agli investimenti industriali nei sei siti produttivi sul territorio nazionale, grande attenzione è stata dedicata all’innovazione degli imballaggi primari e secondari, tra cui il lancio della prima bottiglia con il 100% di plastica riciclata (rPET), l’introduzione dei tappi uniti alle bottiglie di FuzeTea (Tethered Caps) per favorirne il riciclo e KeelClip, l’innovativa confezione in carta 100% riciclabile. Una sfida che non si ferma al packaging ma che riguarda l’intera filiera, come testimoniato dalla nuova strategia di Gruppo Net Zero by 40 nata con l’obiettivo di raggiungere zero emissioni nette lungo l’intera catena del valore entro il 2040.

“Da 18 anni raccontiamo il nostro impegno verso l’ambiente, le persone e le comunità in cui operiamo all’interno del nostro rapporto di sostenibilità” ha dichiarato Giangiacomo Pierini, Corporate Affairs & Sustainability Director di Coca-Cola HBC Italia. “Quest’anno lo abbiamo fatto usando i numeri: “Da 100 a 0” è un modo semplice e trasparente per comunicare l’inizio e la fine di un percorso fatto di dati, che dalla realizzazione della prima bottiglia in 100% rPET ci porterà verso un orizzonte a zero emissioni nette lungo l’intera catena del valore entro il 2040. Un percorso che è stato reso possibile grazie al lavoro e alla passione dei quasi 2.000 colleghi di Coca-Cola HBC Italia”.

Il Rapporto di Sostenibilità racconta anche gli altri ingredienti della ricetta di Coca-Cola HBC Italia che, oltre all’ambiente, comprendono l’attenzione alla crescita e al benessere dei dipendenti che lavorano tra uffici, stabilimenti e forza vendita, coinvolti in più di 60.000 ore di formazione durante il 2021.

Un impegno che non si ferma all’interno dell’azienda ma che si realizza anche in progetti ed iniziative rivolti alle comunità: dai 100.000 giovani che hanno preso parte al programma di orientamento al lavoro #YouthEmpowered, fino alla donazione di 1,2 milioni di prodotti ad associazioni del territorio e 3 milioni di pasti tramite Banco Alimentare.