Caffè: la formazione, una chiave per conquistare il futuro

La buona notizia è che gli italiani tornano al bar. Va però considerato che lo fanno con un atteggiamento molto diverso da quello pre-crisi. Sono più esigenti e consapevoli: bisogna dare al consumatore motivazioni valide per bere il caffè al bancone – o a un tavolino, con il servizio – piuttosto che, a costi inferiori, con le gambe infilate sotto la tavola di casa propria. È un mix di materie prime di qualità, tecniche di preparazione eccellenti, ambienti trendy ed accoglienti e servizi accessori che va sotto il nome di esperienzialità. Un’ibridazione di competenze che è proprio l’asso nella manica di Host2015 e, in particolare, di SIC: non a caso quest’anno lo storico Salone Internazionale del Caffè raddoppia ed è più cosmopolita che mai. “Il mondo del caffè sta attraversando un ‘rinascimento’ – afferma Alberto Polojac, Responsabile Acquisti di Imperator – in cui l’innovazione segue di pari passo la tradizione. Il nostro Paese è ancora il punto di riferimento nel caffè espresso, da questo privilegio però conseguono anche molte responsabilità. I gusti dei consumatori stanno cambiando: la consapevolezza è cresciuta molto e affiancare al prodotto una storia da raccontare è ormai una necessità. Per questo da diverso tempo offriamo non solo prodotti più ricercati, ampliando la nostra gamma con caffè speciali e certificati, ma anche corsi di formazione professionali su assaggio, tostatura e conoscenza della materia prima. Perché se vogliamo mantenere la leadership bisogna elevare lo standard qualitativo a 360 gradi”. Il punto di vista di Polojac sintetizza la focalizzazione che tutto il settore sta dando alla formazione come chiave per vincere le sfide che emergono dai mercati. Torrefattori, produttori di macchine per caffè e baristi sono sempre più alleati strategici per cogliere e interpretare insieme i cambiamenti. “Il cliente è un partner strategico con cui condividere il nostro know-how – aggiunge Stefano Stecca, Direttore Commerciale di Astoria –. Tra i nostri interlocutori privilegiati ci sono i baristi: da sempre ne promuoviamo la crescita e la formazione professionale in tutto il mondo. Importante consacrazione di questo impegno decennale è la sponsorizzazione dei campionati mondiali World Latte Art e Good Coffee in Good Spirits, di cui Plus4You è official espresso machine. Proprio in occasione di Host, inoltre, ospiteremo presso il nostro stand la semifinale del concorso per baristi di stile italiano Espresso Italiano Champion, in collaborazione con INEI di cui Astoria è socio fondatore”. Anche per Caffè Diemme la parola innovazione “…è facilmente traducibile in education, un programma che permetta di formare il nostro cliente Bar a trasmettere la qualità che ci contraddistingue – afferma intFrancesco Stevanato, Ufficio Marketing e Comunicazione –; ma anche Social Media Marketing, per permetterci una comunicazione più diretta e meno istituzionale con i nostri clienti, e da ultimo differenziazione dell’offerta: capire le richieste del mercato per mezzo dei nostri operatori, e riuscire a risponderne in modo rapido ed efficace, sono sempre state le chiavi del nostro modo di lavorare”.

E a Host2015 imparare e conoscere i trend significa anche incontrare i campioni che si affrontano in appassionanti sfide da cui “copiare” le proposte più innovative. What it Takes to Be Great: WCE All-Stars, a cura di WCE – World Coffee Events, è un programma articolato in una serie di moduli interattivi, con performance su richiesta e dimostrazioni visive, imperniati sulle diverse aree di competenza rappresentate dai barista champion: latte art, preparazione manuale, assaggio, skill sensoriali. “Il WCE All Stars ritorna a HostMilano con un programma completamente nuovo, innovando il concept e la struttura dell’evento All Stars originale che ha debuttato sempre a HostMilano due anni fa – commenta Cindy Ludviksen, Managing Director di World Coffee Events -. L’idea di riunire campioni e finalisti WBC su un unico palco per dibattiti, sfide e dimostrazioni accattivanti, che abbiamo poi portato in tutto il mondo, quest’anno si evolve in una nuova formula che rende ancora più protagonisti i nostri campioni, con una serie di competizioni multiple sotto l’egida della sfida “What It Takes to Be Great”. Sempre nell’ottica di un approccio che combina la teoria con la pratica per la massima efficacia, grande spazio sarà dato anche a importanti storie di successo. L’evento WCE All Stars vedrà la partecipazione di vere e proprie figure-simbolo del settore e autorevoli esperti, con l’obiettivo di dare risposte alle sfide di mercati sempre più competitivi a partire dalla condivisione delle esperienze nel più ampio contesto del settore Specialty Coffee. Su questo ambito vertono anche gli incontri organizzati da SCAE – Specialty Coffee Association of Europe, una vera e propria non-stop di dimostrazioni e presentazioni educational, non a caso battezzata Barista Bonanza, che metteranno in mostra l’eccellenza del caffè su due diversi palcoscenici. Il Coffee Stage ospiterà seminari di 45 minuti tenuti dai più autorevoli esperti internazionali mentre la postazione dei World Class Baristas offrirà dimostrazioni di tecniche di estrazione e degustazioni di caffè delle migliori origini del mondo. Gli eventi di Enjoy the Table, a cura di ALTOGA – Associazione dei Torrefattori Lombardi e Importatori di Caffè e dei Grossisti Alimentari e ART – Arti della Tavola e del Regalo, faranno incontrare il caffè con i piaceri della tavola, apprezzando i colori e le forme, ma anche la bellezza della tavola sui cui verrà appoggiato il caffè, ascoltando i rumori dei chicchi di caffè macinati o di un buon vino versato nel bicchiere. Un format di eventi che prevede giornate tematiche dedicate a feste, tradizione, benessere e street food. La sfida definitiva per gli artisti della Latte Art è invece la Latte Art Challenge: 20 baristi che si confronteranno in 5 discipline, dalla realizzazione di figure tradizionali e più semplici salendo via via di livello fino ad arrivare a tecniche e figure complesse. Alle fasi finali accederanno 8 baristi valutati da 4 giudici qualificati, dalla tecnica alla presentazione. A completare il quadro contribuirà poi l’iniziativa a cura di AIFBM – Associazione Italiana Food & Beverage Manager in collaborazione con Locali Top. Un’area lounge, confortevole e dal design curato, che accoglierà i F&B Manager italiani e internazionali per una serie di incontri, tutorial, eventi sul ruolo crescente dei F&B Manager in tutte le strutture ricettive dove l’offerta ristorativa gioca un ruolo fondamentale.

Innovazione, competenze e creatività: il caffè conquista il mondo

Il caffè e SIC: due realtà World Class

Caffè, l’innovazione non solo si vede… ma si “sente” in tazza