Bonus POS, sai che scatta il rimborso totale sulle commissioni? VIDEO

Andiamo al sodo: il Bonus POS (o Bonus Bancomat) riguarda due tipi di credito di imposta: le commissioni legate all’utilizzo del POS e le sue spese di utilizzo, acquisto o noleggio.

Bonus POSDa quanto abbiamo percepito, in pochi di voi conoscerebbero il Bonus POS. 
Così emergerebbe dalla video diretta su Facebook realizzata a Milano la sera di sabato 11 settembre, in zona Lima, di cui qui vi proponiamo una sintesi in un video di 40 secondi.
Certo, la nostra statistica non ha valore scientifico, ma è emblematica!

Sentite che cosa ci hanno detto i vostri colleghi! Cliccate qui

Bonus POS 2021: zero costi di commissione
Il Bonus Bancomat 2021 prevede il totale azzeramento dei costi di commissione sui POS. Con la precedente normativa avevate diritto a un rimborso del 30% sui costi di commissione sui pagamenti elettronici.

Bonus POSRimborso spese delle attività commerciali
Il Bonus POS è valido per le spese sostenute tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022 per acquisto, noleggio e istallazione di un dispositivo POS per bancomat e carte elettroniche. L’ammontare massimo a cui avrà diritto il commerciante è di 160 euro. La percentuale di rimborso varia in base al fatturato della Partita Iva dichiarato nella precedente dichiarazione dei redditi. Con un fatturato fino a 200.000 euro, si potrà godere del 70% di rimborso. Da 200 mila e un euro fino a un milione di euro, la percentuale è del 40%. Per un fatturato compreso tra 1 e 5 milioni, del 10%. Oltre i 5 milioni, non si ha diritto a questo credito d’imposta.